Tor Bella Monaca Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

Municipio VI: avviso pubblico per un immobile da usare come ufficio anagrafico. Gratis

Le istanze potranno essere inviate entro il 7 maggio. Il Pd: “Tutto questo ha dell’incredibile, sempre a danno dei cittadini”

Municipio VI - Immagine di archivio

Un immobile a uso direzionale con una superficie non inferiore a cento metri quadri – calpestabili - senza barriere architettoniche, con parcheggio e con impianti di climatizzazione (sia per il freddo che per il caldo). Non solo, anche predisposto per accogliere quattro sportelli anagrafici e un back office. Il tutto gratis, ovviamente. È questo il contenuto dell’avviso pubblico diffuso nei giorni scorsi dalla direzione del sesto municipio per reperire uno spazio da destinare a ufficio anagrafico entro il 7 maggio. Un territorio che, ricordiamo, conta circa 265mila abitanti e può contare su una sola sede amministrativa, in viale Duilio Cambellotti a Tor Bella Monaca.

Nel 2018 risoluzione di consiglio per stilare progetto degli uffici al centro commerciale

“La pubblicazione di questo avviso è prassi” fanno sapere dal Movimento Cinque Stelle delle Torri ma l’iter riparte nel 2021 dopo tre anni di stallo. Già perché il 22 marzo del 2018 è stata votata (e approvata) una  risoluzione di consiglio che impegnava il presidente e gli assessori competenti a interfacciarsi con la proprietà del centro commerciale Roma Est di Ponte di Nona che aveva dato disponibilità di locali da destinare a ufficio anagrafico. Le due parti, pubblico e privato, avrebbero dovuto realizzare un progetto per allestire uno spazio con sei postazioni di lavoro. Da quella data, però, non è cambiato nulla se non un aumento dei disagi per i cittadini. Tanto più che nell’anno precedente (il 5 giugno del 2017) era già stata chiusa la sede distaccata  del Municipio, presso il borgo di San Vittorino.

Romanella: "E' la procedura, ci aspettiamo che qualcuno batta un colpo"

Quando il Movimento Cinque Stelle, nel 2018, ha proposto un centro commerciale come location per il nuovo ufficio anagrafico le opposizioni sono insorte. Tra tutte il Pd: “Fanno la morale agli altri e poi usano spazi privati, dov’è finita la trasparenza?”. E mentre le promesse di una riapertura veloce dell’ufficio di San Vittorino si facevano largo tra i pentastellati (promesse infondate considerando che non ha più riaperto), del nuovo progetto non si è saputo nulla se non un consueto “Ci stiamo lavorando”. Almeno fino ad ora: l’avviso pubblicato di recente, infatti, cita due direttive di giunta (2019 e 2021). “Abbiamo sempre voluto offrire un servizio ai residenti del versante prenestino – ha spiegato Roberto Romanella, presidente del sesto municipio raggiunto da Roma Today  – La procedura prevede che si faccia un avviso pubblico e ci aspettiamo che qualcuno batta un colpo”. A febbraio di quest'anno Romanella al nostro giornale aveva detto: "Il progetto è fermo al PAU che dovrà esprimersi sulla idoneità dello spazio individuato dalla proprietà".

Insorgono le opposizioni

“Qualsiasi scelta si farà per Roma, con gran parte di questa maggioranza al sesto municipio non ci sono le condizioni minime per trovare una sintonia amministrativa, in primis con il Presidente Romanella. I nodi stanno arrivando al pettine, se la consiliatura fosse finita a scadenza naturale, per loro sarebbe stata una tragedia politica – ha detto Fabrizio Compagnone, capogruppo Pd – Mi auguro che qualcosa si sblocchi per il bene dei cittadini”. Toni duri anche quelli di Dario Nanni, coordinatore romano di Azione: “Saremmo dovuti andare al voto il prossimo mese, è sorprendente come si ricordino ora di tutto questo. Un modo di fare politica che qualifica chi ci ha governato fino ad ora”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio VI: avviso pubblico per un immobile da usare come ufficio anagrafico. Gratis

RomaToday è in caricamento