TorriToday

L’Ater batte un colpo a Tor Bella Monaca ed ora da tutte le torri piovono richieste di intervento

Infiltrazioni e caduta di calcinacci anche in via dell'Archeologia e via Scozza

L’inizio dei lavori di manutenzione ad alcune delle Torri Ater di viale Santa Rita da Cascia, nel quartiere Tor Bella Monaca, ha “aperto le danze”. Da tutte le palazzine di proprietà dell’ente sono partite richieste di intervento perché “le torri sono fatiscenti, pericolanti e inaccessibili” hanno commentato gli inquilini. E i disagi per tutti sono gli stessi.

Basta spostarsi di poche decine di metri da viale Santa Rita da Cascia e arrivare in via Scozza dove le infiltrazioni alle pareti, soprattutto agli ultimi piani, hanno scrostato persino gli intonaci, arrivando anche all’attacco dei lampadari. Non solo, in via dell’Archeologia la condizione non migliora: dai massetti dei balconi continuano a cadere calcinacci all’interno del cortile, luogo di passaggio per tutti gli inquilini e “Nessuno viene a riparare” hanno spiegato. A questo si aggiunge la mancata manutenzione dei giardini, la scarsa illuminazione che non infonde sicurezza agli abitanti delle torri. 

Era lo scorso mese di ottobre quando il forte vento che si è abbattuto sulla città ha provocato, tra gli altri danni, anche il crollo della coibentazione delle torri di viale Santa Rita da Cascia. Un denuncia mediatica forte che ha comportato un sopralluogo del direttore di Ater alle Torri, a cui ha fatto seguito un secondo incontro dopo pochi giorni a da lì l’avvio dei primi interventi. Nei giorni scorsi poi a Tor Bella Monaca anche l’assessore regionale delle politiche abitative,Valeriani, che per le Torri ha annunciato l’efficientamento energetico. 

Abbiamo raggiunto Ater che ha spiegato: "In via Scozza i lavori sono stati avviati ma a causa del maltempo si sono interrotti, procederemo con interventi di copertura e impermeabilizzazione ai terrazzi". Per quanto concerne la caduta dei calcinacci in via dell'Archeologia 188, l'ente ha spiegato: "I nostri operari si sono già recati sul posto per mettere in sicurezza le parti pericolanti e poi si procederà al ripristino del massetto". Intanto sulle difficoltà degli inquilini di mettersi in contatto con gli uffici per segnalare i disagi, dall'ente hanno spiegato: "Abbiamo carenza di organico, di 100mila telefonate annue che riceviamo possiamo rispondere solo a 30mila, stiamo già provvedendo a potenziarlo dall'inizio del 2019". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli inquilini, nel frattempo, si sono organizzati per un'assemblea pubblica che si terrà il 28novembre in viale Santa Rita da Cascia al civico 50 alle ore 19.00. A indire la riunione l'associazione Tor Più Bella. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento