menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via dell'archeologia - 40, Google Maps

Via dell'archeologia - 40, Google Maps

Tor Bella Monaca, ascensore guasto da dieci giorni. Il grido d’aiuto: “Siamo tutti sequestrati”

Tra gli inquilini c’è anche chi, uscito di casa, non ha potuto più far ritorno presso la propria abitazione

“Siamo tutti sequestrati”. È chiaro e forte il grido d’aiuto lanciato dagli inquilini della palazzina di via dell’Archeologia a Tor Bella Monaca. Da dieci giorni, l’ascensore della scala G del civico 40, è fuori uso, impedendo l’uscita e l’entrata a decine di disabili e anziani che vivono negli appartamenti delle case del Comune, nel sesto municipio.

Il civico 40 come il civico 88. In via dell’Archeologia gli ascensori sono fuori uso di continuo e anche per periodi molto lunghi. Nei giorni scorsi, Stefania, inquilina della scala F – 88 – ha raccontato tutta la disperazione di chi, ogni giorno, è costretto a utilizzare le scale (fino a 7 piani) per uscire di casa. In questo immobile, l’ascensore è stato guasto per oltre un mese, e riparato solo nella mattina di venerdì.

“Non sappiamo più che cosa fare” è la rassegnazione di chi si scontra con muri di gomma e vede cadere nel vuoto le proprie richieste. Stessa storia al civico 40, ancora in via dell’Archeologia. “Siamo dimenticati, ci lasciano vivere in balia degli eventi, l’amministrazione è sorda alle nostre richieste”. Non mancano casi in cui, disabili usciti di casa (prima del guasto), non hanno potuto far ritorno presso la propria abitazione. Intanto dal parlamentino di viale Cambellotti: “Invieremo nota al dipartimento” ha detto l’assessore con delega al patrimonio, Fulvio Romanelli. 

“L’amministrazione latita e i cittadini esausti questa mattina si sono presentati in municipio – ha detto Nella Converti, assemblea nazionale del PD e tra i responsabili di Bella Vera di via dell’Archeologia - All’ultimo piano della palazzina vivono degli ultraottantenni che, oltre al lockdown da covid, da giorni sono costretti ad un nuovo lockdown causato dal virus dell’inefficienza di chi ci amministra da anni”. Ha aggiunto: “Con i nostri rappresentanti al comune e al municipio ci siamo attivati sperando che quei cittadini tornino liberi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento