Martedì, 15 Giugno 2021
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Via Acquaroni

Grotte Celoni, guerra tra bande di nigeriani: arrestato latitante

I carabinieri arrestano un altro nigeriano protagonista del tentato omicidio a colpi di machete consumato tra 3 bande nella zona di Grotte Celoni lo scorso marzo

Uno dopo l'altro. I carabinieri continuano le loro indagini volte a rintracciare i nigeriani protagonisti di una violenta rissa a colpi di machete verificatasi nella zona di Grotte Celoni lo scorso fine marzo. Ultimo ad essere rintracciato un 20enne scappato alla cattura a luglio. Il latitante è ritenuto responsabile, unitamente ad altri 10 connazionali già rintracciati ed arrestati a Padova, Aversa e Roma, del brutale ed efferato tentato omicidio verificatosi in via Acquaroni il 31 marzo scorso ai danni di un 31enne,.

A COLPI DI MACHETE: Il gruppo criminale, composto anche da altri 6 soggetti che attualmente sono fuori dal territorio nazionale, nella serata del 31 marzo hanno colpito a colpi di spranghe e machete un loro connazionale riducendolo in fin di vita. A seguito dell’aggressione, il 3 aprile, l’altro gruppo rivale colpiva, sempre con armi tribali, riducendo in fin di vita un 25enne. Proprio dopo questa aggressione sono stati arrestati 11 cittadini nigeriani che, attualmente, si trovano ancora in carcere.

INDAGINI: In considerazione dell’attenzione che i Carabinieri hanno rivolto alle bande nigeriane il gruppo degli aggressori del 31 marzo decideva di polverizzarsi sul territorio nazionale o di rientrare in Nigeria. Con non poche difficoltà legate all’assenza di domicilio ed all’estrema mobilità dei soggetti, i militari sono stati in grado di individuare il latitante nascostosi nella periferia romana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grotte Celoni, guerra tra bande di nigeriani: arrestato latitante

RomaToday è in caricamento