Tor Bella Monaca Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

Sfiducia a Lorenzotti, Forza Nuova: "La solita presa in giro"

Forza Nuova VIII Municipio commenta la votazione sulla sfiducia al presidente della Circoscrizione: "Un nulla di fatto facilmente prevedibile. La gente usata come mezzo per i politici"

Municipio VIII delle Torri

Una disamina che non risparmia nessuno. All'indomani della votazione della mozione di sfiducia al presidente Massimiliano Lorenzotti Forza Nuova VIII Municipio esprime la propria opinione, non lesinando critiche nei confronti di maggioranza e opposizione: "Forse qualcuno ci credeva veramente - spiega in una nota FN - forse qualcun altro già sapeva come andava a finire. Fatto stà che il giorno X per il governo dell'VIII municipio, si è risolto con un nulla di fatto come FACILMENTE prevedibile. Ma non ci vogliamo soffermare su un risultato che era scontato, ma vogliamo analizzare la giornata. In una sala gremita, in pieno stile della maggioranza il consiglio tarda a cominciare per una "presunta riunione interna" che poteva essere fatta benissimo precedentemente. In una delle rare occasioni dove un buon numero di gente partecipa a un consiglio, il lungo tempo d'attesa fà sfollare i presenti, facendo raggiungere così il vero scopo del ritardo dei consiglieri di maggioranza. E così con più di un'ora e mezza di ritardo, inizia il teatrino. Se già il Pdl ha mandato in scena la prima presa in giro della giornata, quella del Pd appare ai cechi a fine consiglio. La mole di gente portata, arrivata addirittura con dei pulmini, non era che un'altra presa in giro nei loro confronti, usati come strumento politico per fare immagine contro Lorenzotti".

CITTADINI COME MEZZO PER I POLITICI: "Già, uno strumento politico - conclude Forza Nuova VIII Municipio. - La gente non è più la politica o l'obiettivo della politica, la gente è diventata un mezzo per i politici. Quanto alla fine dello spettacolo, stendiamo un velo pietoso, anche perchè di prese in giro siamo abituati e anche tanto, ci sorprenderebbe il contrario. Chiudiamo l'analisi con le parole di Lorenzotti, il quale afferma che sarà il popolo a votare la sua sfiducia alle prossime elezioni e non il consiglio. Bè presidè...di questo non ne abbiamo proprio dubbi!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfiducia a Lorenzotti, Forza Nuova: "La solita presa in giro"

RomaToday è in caricamento