TorriToday

Tor Bella Monaca: multe e denunce non fermano i ladri di energia, ancora allacci abusivi a luce ed acqua

Proseguono gli accertamenti ma anche gli abusi ai civici 30 e 50 di viale Santa Rita da Cascia

Le verifiche dei carabinieri ai contatori delle torri di viale Santa Rita da Cascia

E' stata indicata dal presidente della Commissione Patrimonio del VI Municipio come la torre che "diventera il simbolo della legalità". Nel frattempo però proseguono gli abusi con i furti di energia ed acqua che non accennano a fermarsi. Siamo a Tor Bella Monaca, alle torri che si trovano ai civici 30 e 50 di viale Santa Rita da Cascia, salite alla ribalta anche per aver impedito ad una famiglia rom legittima assegnataria di prendere possesso di un appartamento Ater regolarmente assegnato. 

Sotto la lente d'ingrandimento anche lo scorso 17 ottobre sono stati i Carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca, unitamente agli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale e del personale tecnico dell’ATER Roma e ACEA ATO 2, a ripetere i controlli negli stabili, ai civici 30 e 50 della strada del popoloso e popolare quartiere della periferia est della Capitale. 

Anche in questo ultimo caso sono però stati accertati decine di allacci abusivi, sia alla rete elettrica, sia a quella idrica, che hanno portato alla denuncia a piede libero di 10 persone con l’accusa di furto aggravato.

Controlli che si ripetono regolarmente a cadenza quasi settimanale in queste ultime settimane e che hanno visto altre verifiche negli stessi condomini dare il medesimo risultato. Era infatti lo scorso 3 ottobre quando, sempre i militari dell'Arma della stazione di via Parasacchi, insieme al personale Ater, Areti e Acea, intervennero ancora una volta ai civici 30 e 50 di viale Santa Rita da Cascia

I militari, giunti sul posto, notarono corti circuiti, odore di bruciato e denunciarono 16 persone mettendo poi in sicurezza gli impianti. Una settimana più tardi i carabinieri sono tornati alle torri e nell’ambito di nuovi controlli hanno denunciato a piede libero 12 persone con l’accusa di furto aggravato, era il 9 ottobre. 

Neanche 24 ore dopo gli abusivi avevano però realizzato nuovi allacci illegali, realizzati mediante un collegamento con un cavo elettrico, innestato con un bypass artigianale calla rete pubblica. Il tutto in barba ai controlli e alle sanzioni. Secondo le stime gli allacci di almeno un appartamento su quattro, in quei due palazzi di 14 piani ciascuno, sono abusivi. 

Giovedì l'ennesimo round, in attesa che, come auspicato dal presidente della Commissione del VI Municipio delle Torri, Giancarlo Collela e dagli abitanti onesti delle torri nell'occhio del ciclone, le stesse possano finalmente essere assunte a "simbolo della legalità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento