rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Tor Bella Monaca Via Bruno Cirino

Tor Bella Monaca: il teatro secondo Alessandro Benvenuti

Intervista al direttore artistico: "È un grande impegno per me, una bella responsabilità e, allo stesso tempo, una grande gioia"

Un mix di passione per il suo lavoro, semplicità e simpatia: Alessandro Benvenuti, attore, commediografo, regista, sceneggiatore e scrittore, dallo scorso aprile, è direttore artistico del Teatro di Tor Bella Monaca. Questo fine settimana è in scena nella struttura di via Cirino con lo spettacolo “Benvenuti in Casa Gori”.

Il suo spettacolo è stato presentato sul palco, per la prima volta, nel 1987. Qual è il segreto della ‘longevità’ di questa rappresentazione?

La prima lettura pubblica in realtà è stata fatta nel 1986. L’argomento è molto popolare, la forma è quella di puro teatro sperimentale e, infine, la particolare scrittura in scena dove sono unico protagonista. La trilogia dei Gori è un’esperienza teatrale indimenticabile. È un modo molto personale di fare teatro

È direttore artistico di un teatro in periferia…

È un grande impegno per me, una bella responsabilità e, allo stesso tempo, una grande gioia. Vivo a Roma da oltre 30 anni e, per la prima volta, mi è stato offerto un ruolo da operatore culturale di un certo spessore.

Come è stato accolto dal pubblico del VI Municipio?

Benissimo. Sono una persona semplice, ‘di paese’. Ricevo diversi complimenti, perché sono un direttore vero, non solo un nome. Ho adottato una linea precisa, fondata sull’affetto e sull’etica. Non ci sono persone che entrano gratis a teatro. Mi apprezzano come persona e spero anche come artista. Sono stato anche al centro commerciale ‘Le Torri’ per conoscere i commercianti e al Liceo Amaldi, in mezzo a tutti gli studenti e ai professori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca: il teatro secondo Alessandro Benvenuti

RomaToday è in caricamento