rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Torri

Da Centocelle a Pantano, viaggio sulla metro C: "Cambierà la vita dei romani"

Sui treni e nelle stazioni della metro C con i consiglieri del sesto Municipio. "Un'emozione salire sui convogli. È un'opera straordinaria e cambierà la vita dei cittadini di Roma est"

Da Centocelle a Pantano passando per le stazioni di Torre Maura, Giardinetti, Torrenova e Grotte Celoni. A poche settimane dall’apertura della metro C i componenti della commissione Lavori Pubblici e Mobilità del Municipio delle Torri hanno avuto il privilegio di salire su alcuni dei treni driverless che dall’11 ottobre porteranno verso il centro migliaia di residenti di Roma Est. "Un sopralluogo durato diverse ore nel corso del quale abbiamo toccato con mano che l’opera c’è, è funzionante", ci ha spiegato il presidente della Commissione Mariano Angelucci. Insomma, questa volta si apre sul serio. Il consigliere non nasconde l’emozione. "Sapevamo che era tutto pronto ma salire sui convogli e vedere le stazioni finalmente ultimate è un’altra cosa".


GALLERIE, STAZIONI e PARCHEGGI - La Metro C, nel tratto che va da Monte Compatri/Pantano al Parco di Centocelle, aprirà l'11 ottobre e sarà servita da cinque treni driverless. La frequenza sarà di un treno ogni dodici minuti. Nei primi mesi, per consentire il pre esercizio della tratta successiva, l’orario sarà ridotto: dalle 5.30 del mattino alle 18.30 di sera. "Durante il sopralluogo non c’è stato alcun tipo di problema, tutto ha funzionato alla perfezione", prosegue Angelucci. "Molto belle le gallerie illuminate e bellissime le stazioni che, fatta eccezione per qualche piccola opera di rifinitura, sono tutte ultimate".

VIDEO | Treni driverless e gallerie illuminate

I parcheggi più importanti nelle fermate di Pantano (700 posti) e Giardinetti (240). Quest’ultima, a detta del consigliere, è anche la stazione architettonicamente più riuscita. Un altro dettaglio importante riguarda la sicurezza. Tutte le fermate sono dotate di telecamere interne ed esterne per tutelare l’incolumità dei passeggeri. Il sistema driverless garantisce inoltre fermate precise al millimetro in modo che l’apertura automatica delle porte avvenga in sincrono con quelle della banchina. 

VIDEO | Da Giardinetti a Torre Maura

WIFI, BIKE SHARING E PARCHEGGI ROSA - Tutto perfetto? Quasi. "La preoccupazione maggiore ora è legata ai mezzi di superficie - spiega Angelucci. - Abbiamo chiesto un incontro con la Commissione Capitolina Metro C per discutere del potenziamento delle linee 105 e 106. Stiamo anche verificando se c’è la possibilità di istituire un autobus espresso che porti i viaggiatori dal parco di Centocelle alla fermata della metro A più vicina".

Metro C - La stazione Giardinetti

Metro C - Torrenova, Torre Maura e Grotte Celoni

Crea qualche apprensione anche la gestione di sottopassi e aree verdi, "tutti spazi che il Comune vuole dare in concessione al Municipio VI, ma che non potranno essere manutenuti se il Campidoglio non ci dà risorse". "Una pecca, se dobbiamo trovarne una, è la mancanza di una rete wi-fi. Alla Commissione chiederemo anche l’installazione di un servizio di bike-sharing all’esterno delle fermate e di parcheggi destinati alle donne incinte". Quanto agli spazi destinati alle attività commerciali "deciderà Atac, ma probabilmente se ne parlerà solo con l’apertura della seconda tratta". Il consigliere comunque non ha dubbi: "E' un'opera straordinaria e cambierà la vita dei cittadini di Roma est". 

Metro C - La stazione di Borghesiana

Metro C - La stazione Monte Compatri - Pantano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Centocelle a Pantano, viaggio sulla metro C: "Cambierà la vita dei romani"

RomaToday è in caricamento