Torri Tor Bella Monaca / Via dell'Archeologia

Sgrulletti (Pd): “Alemanno come Poncharello. Roma vuole altro”

Il segretario del Pd VIII Municipio Andrea Sgrulletti commenta ironicamente il giro in moto di Alemanno tra le vie della prostituzione: "Solo uno spot politico"

alemanno_11_1Come Becker e Poncharello i due poliziotti californianti che negli anni '80 hanno spopolato in televisione con il serial dei Chips. Il segretario del Partito Democratico dell’VIII Municipio Andrea Sgrulletti ironizza sul sopralluogo notturno svolto dal sindaco Gianni Alemanno per le strade di Roma tra le vie della prostituzione e il video-messaggio apparso sul blog del Primo Cittadino: “Capisco il fascino dei telefilm anni '80, - sono le parole di Sgrulletti - ma Roma non ha bisogno di Poncharello come sindaco!  Non occorre montare in sella e girare Roma per un paio d'ore per accorgersi che le ordinanze che, con grande clamore, il sindaco annunciò all'inizio della sua infelice esperienza amministrativa, hanno fallito ogni obiettivo. Basterebbe prestare ascolto alle parole chiare che a tal proposito hanno speso tante e diverse realtà associative, a partire dalle rappresentanze sindacali delle forze di Polizia, passando per le associazioni che si occupano di tale fenomeno, fino ad arrivare al Pd”.

MERETRICI IN VIII:Nel Municipio VIII, in particolare – continua Sgrulletti - il fenomeno della prostituzione in strada, un tempo limitato ad alcuni tratti molto periferici di via Collatina e via dell'Acqua Vergine, oggi dilaga su tutta via Prenestina, mentre sulla via Casilina ve ne è traccia già a Grotte Celoni, noto capolinea dell'Atac. Anche via di Rocca Cencia è interessata dal fenomeno, il quale è evidentemente gestito su larga scala da imponenti organizzazioni criminali. Evidenza che chiama le istituzioni non solo ad un maggiore controllo del territorio, ma anche e soprattutto ad un serio lavoro sul contrasto del fenomeno della tratta e all’impostazione di programmi di informazione, istruzione e cultura, per limitare sul medio-lungo periodo il numero di ‘clienti’ che, secondo un’elementare legge di mercato, è ciò che rende davvero difficile il contrasto del fenomeno”.

ALLARME SICUREZZA:Anche sulla presenza delle forze dell'ordine nella periferia di Roma – conclude Sgrulletti - è servito il vento in faccia preso sulla moto a svegliare il sindaco dal torpore? Non bastavano i dati del Silp Cgil? Un agente ogni 1850 abitanti nel Municipio VIII contro uno ogni 219 nel Municipio I? Non bastava l'inchiesta de “Il Messaggero” del 7 novembre 2009, a proposito delle condizioni di lavoro nel commissariato Casilino Nuovo, ultimo avamposto della polizia di stato a Roma sud? In questi tre anni il sindaco si è sempre limitato a risposte burocratiche, come quelle a proposito della chiusura del presidio di polizia a Tor Bella Monaca; o al silenzio, come sulla segnalazione della decisione di spostare altrove l'unità radiomobile dei carabinieri che prestava servizio notturno. Se pensa di recuperare il consenso perduto con questi spot, ha capito davvero male l’aria che tira”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgrulletti (Pd): “Alemanno come Poncharello. Roma vuole altro”

RomaToday è in caricamento