rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
0 °
Torri Via Cristoforo Colombo

No Discariche: mobilitazione di massa al Ministero dell'Ambiente

Cittadini a bordo di bus e mezzi privati pronti ad aggiungersi al presidio di via Cristoforo Colombo previsto per oggi alle 15 sotto la sede del dicastero. Da Corcolle e Villa Adriana con vini e formaggi tipici dell'agro romano

La mobilitazione è stata annunciata da settimane. Tutto pronto tra i comitati contrari alle discariche come soluzione dell'emergenza rifiuti a Roma, che in queste ore si stanno dirottando in massa sotto la sede del Ministero dell'Ambiente per ribadire il loro "No" in concomitanza con la riunione della squadra tecnica convocata dal Ministro Corrado Clini. Riano, Corcolle - San VittorinoMonti dell'Ortaccio, Fiumicino, queste le soluzioni del post Malagrotta che molti non condividono. Cittadini, comitati e associazioni che proprio in queste ore stanno salendo sui bus che arriveranno sotto la sede del Dicastero. Cinque bus da Riano ai quali se ne aggiungono altri due dalla zona di Tivoli e Corcolle: "Saremo in molti, da Tivoli, Villa Adriana, Osteria Capannelle, Villaggio Adriano, San Vittorino, Corcolle, Castelverde, a manifestare davanti al ministero dell’Ambiente sulla Cristoforo Colombo contro la localizzazione di una discarica in prossimità della Villa di Adriano monumento patrimonio dell’Umanità - annuncia il Comitato Uniti contro le Discariche -. Cento persone utilizzeranno i due pulman che partiranno da Villa Adriana alle 13, molti altri affluiranno utilizzando mezzi propri".

ALLEGRIA E PETTORINE: Comitato contro la possibile discarica di Corcolle - San Vittorino che attuerà una precisa strategia di dissenso: "Porteremo con noi formaggi e vino prodotti nel territorio dell’Agro Romano Antico. Inoltre - conclude il Comitato - indosseremo le pettorine arancioni di abbracciamo la cultura, porteremo le bandiere del Comitato Uniti contro le discariche e quelle di Legambiente Tivoli, offriremo assaggi di prodotti biologici provenienti dal territorio immediatamente adiacente alla cava che dovrebbe ricevere i rifiuti. Saremo allegri ma i nostri sorrisi non traggano in inganno, c’è ancora rabbia dietro! Non abbiamo intenzione di cedere a chi continua a disinformare e ostinatamente non tiene conto delle gravi conseguenze che i rifiuti farebbero ricadere sulla nostra salute, su Villa Adriana e sull’Agro Romano Antico".

MONTI DELL'ORTACCIO: Sit in sotto il Ministero di via Cristoforo Colombo al quale parteciperà anche il Popolo della Nebbia contrario alla discarica a Monti dell'Ortaccio: "Neanche oggi ci fermiamo e dopo aver installato la Tenda della Solidarietà, saremo ancora in strada dalle ore 14 di fronte alla sede del Ministero dell’Ambiente per far sentire il nostro NO alla discarica che si vorrebbe fare nella Valle Galeria. Il ministro Clini dovrà ricevere una nostra delegazione perché dobbiamo far capire anche a lui cosa significa vivere nelle nebbie per anni ed anni, promettendoci di chiudere la discarica e intanto costruendo un gassificatore”.

CELLI SOTTO AL MINISTERO: Dissenso alle possibili discariche come soluzione del post Malagrotta che vedrà anche l'adesione di esponenti politici, come annunciato da Giuseppe Celli, capogruppo della Lista Civica Cittadini/e in Regione Lazio: "L’ipotesi di realizzare discariche provvisorie per il dopo Malagrotta nei siti di Riano e Corcolle non è mai stata in piedi ed è ora che tramonti definitivamente. Parteciperò insieme ai comitati parteciperemo al sit in davanti al Ministero dell’Ambiente per chiedere un cambio radicale della strategia del dopo Malagrotta e della gestione del ciclo dei rifiuti”. "Saremo con i movimenti - conclude Celli - per chiedere un’adeguata gestione del ciclo dei rifiuti che attraverso il potenziamento della raccolta differenziata e della dotazione impiantistica per il compostaggio e il trattamento consenta la riduzione a monte della produzione dei rifiuti e la graduale marginalizzazione delle discariche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Discariche: mobilitazione di massa al Ministero dell'Ambiente

RomaToday è in caricamento