rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Ponte di Nona Ponte di Nona / Viale Francesco Caltagirone

Ponte di Nona: Francesco muore a 16 anni, a lui sarà intitolato un campo sportivo

L’aula capitolina ha approvato all’unanimità la mozione presentata dalla consigliera Pd Svetlana Celli

A Francesco sarà intitolato un campo sportivo, anche da creare ex novo, o un parco nel suo quartiere: Nuova Ponte di Nona. A renderlo possibile, il voto unanime dell’assemblea capitolina che nei giorni scorsi ha approvato la mozione presentata dalla consigliera Svetlana Celli. “Con questa intitolazione vogliamo dare un segnale importante a tanti giovani, Francesco era uno sportivo, un giocatore di basket e credeva nell’importanza sociale dello sport” ha commentato Celli a Roma Today dopo l’approvazione.  

Francesco Cagnetta è morto a 16 anni lo scorso giugno, a causa di un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. Una morte prematura che ha segnato la sua famiglia, i suoi amici e i tanti conoscenti in quartiere. È per questo che ricordarlo è il desiderio di molti. In aula Giulio Cesare è intervenuta anche la mamma di Francesco per raccontare l’animo sportivo di suo figlio e quello che lo sport significava per lui.


La mozione, votata all’unanimità, impegna la sindaca e la giunta a individuare un’area, che sia un campo già realizzato o uno da costruire o anche un parco, da dedicare alla memoria del giovane Francesco. “La voglia di vivere di Francesco, dimostrata con la sua attività sportiva prima presso la ASD Ponte di Nona e poi presso Omnia Roma – ha concluso Svetlana Celli – Sia da esempio. In periferia servono luoghi di aggregazione, nuovi stimoli per i giovani e un approccio culturale diverso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte di Nona: Francesco muore a 16 anni, a lui sarà intitolato un campo sportivo

RomaToday è in caricamento