TorriToday

Raggi, c'è posta per te. Villaggio Prenestino recapita alla sindaca i problemi del quartiere

Il promemoria consegnato all'inaugurazione dell'asilo di via Montagano

Foto Associazione Cdq Villaggio Prenestino

Posta per la sindaca Raggi: nella mattina di mercoledì, in occasione del taglio del nastro alla scuola di via Montagano, l’associazione di quartiere Villaggio Prenestino ha consegnato un promemoria alla prima cittadina di Roma. 

Le carenze del quartiere

Illuminazione pubblica, manutenzione e rifacimento delle strade, aree verdi. Sono questi gli argomenti contenuti nel “promemoria” che alcuni membri dell’associazione hanno fatto avere alla sindaca Raggi. “Con l’occasione dell’inaugurazione di un’opera pubblica, abbiamo voluto ricordare al Sindaco le tante carenze di opere del nostro quartiere” hanno spiegato dall’associazione. 

Dall'assenza di illuminazione alle strade

A Villaggio Prenestino ancora 27 strade risultano ad oggi senza illuminazione pubblica. Qui il consorzio ha realizzato a scomputo un piano di illuminazione di quasi tutte le vie del quartiere ed altre sono state realizzate direttamente da ACEA e “in tutto questo per motivi mai resi noti, sono rimaste senza illuminazione circa 27 strade nelle quali i residenti lamentano e denunciano il fatto di essere stati estromessi dal piano di illuminazione” si legge nel promemoria. Non solo. Si parla anche di strade come via Fosso dell’Osa nel tratto compreso tra via Filetto e via Polense e ancora nel tratto tra via di Lunghezza e via Rocca di Cambio o largo Scapoli e via Perano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo contenti del nuovo asilo"

“Siamo tutti molto contenti del nuovo asilo, per questo era doveroso ricordare la situazione del resto del quartiere” hanno aggiunto. In tal senso hanno ricordato: “Un importante contributo per l’avvio del procedimento che ha portato alla realizzazione dell’opera avvenne grazie al Comitato di Quartiere che nel periodo 2005/2006, attraverso due Assemblee Pubbliche vincolanti, ha prodotto il verbale definitivo con il quale i Cittadini espressero la decisione di realizzare un nido anziché una materna."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Torna #vialibera: a Roma quindici chilometri di strade solo per pedoni e ciclisti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento