rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Ponte di Nona San Giovanni / Via Caltagirone

Ponte di Nona: un’estate di vigilanza per l’Associazione Volontari Sicurezza

L'Avs continua a svolgere nel quartiere attività di "osservazione", allertando le Forze dell'Ordine in caso di pericolo. Franco Pirina: "A settembre faremo una manifestazione pacifica contro il degrado e l'illegalità"

Scendono ogni notte lungo le strade di Ponte di Nona per segnalare fenomeni di microcriminalità e delinquenza: i membri dell’Avs (Associazione Volontari Sicurezza), sono semplici residenti: lavoratori, che vigilano sulla tranquillità del quartiere per svolgere attività di “osservazione” e allertare, in caso di pericolo, le Forze dell’Ordine.

“Abbiamo costituito questa associazione 4 mesi fa – spiega il presidente Franco Pirina –. Siamo una quindicina di cittadini che girano a turno lungo le strade del quartiere, anche durante le ore notturne. Il problema principale è quello dei nomadi, responsabili dei roghi. Nel buio non rovistano solo all’interno dei cassonetti: siamo riusciti a sventare anche qualche furto in abitazione e recentemente in una cabina Acea, allertando le Forze dell’Ordine, con le quali abbiamo un ottimo rapporto di collaborazione. pirina-2

Abbiamo presentato un esposto alla Procura della Repubblica perché i rom calano minori di 7-8 anni all’interno dei secchioni dell’immondizia, alla ricerca di rifiuti. Il campo nomadi di Salone è stato dichiarato pericolosissimo dalla Polizia di Roma Capitale, anche a causa dei suoi componenti: il censimento è saltato e l’area è fuori controllo.

Dopo ogni ‘uscita’ elaboriamo un comunicato stampa e lo diffondiamo sul web per raccontare la situazione del quartiere. Da quando siamo ‘scesi in campo’ a Ponte di Nona sono diminuiti i furti: prima i malviventi colpivano auto posteggiate, negozi, appartamenti. Tuttavia non interveniamo mai nelle fattispecie criminali, se non a difesa delle Forze dell’Ordine.

Per settembre stiamo organizzando una manifestazione pacifica contro il degrado e l’illegalità non solo contro il problema del campo nomadi, ma anche contro le occupazioni degli appartamenti: un atto che non può essere condiviso, per rispetto di chi oggi, con molti sacrifici, paga un mutuo per comprare una casa”.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte di Nona: un’estate di vigilanza per l’Associazione Volontari Sicurezza

RomaToday è in caricamento