TorriToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ponte di Nona, intorno ai cassonetti dei rifiuti "crescono" discariche a cielo aperto

In tutte le strade del quartiere la situazione è ormai insostenibile da diversi giorni, puzza e topi la fanno da padrone

 

Risveglio amaro stamattina, mercoledì 3 maggio, per gli abitanti di Ponte di Nona, quartiere della periferia est di Roma. Ancora una volta. Perché le immagini dei cassonetti strapieni di rifiuti sta ormai diventando un'abitudine. Sporcizia ed odori nauseabondi cominciano a far parte del vivere quotidiano della zona. La colpa viene data anche ai residenti dei quartieri limitrofi che hanno la raccolta porta a porta, ma che "preferiscono venire a buttarla qui creando questo delirio", riferisce un residente di viale Francesco Caltagirone. Ma per molti altri la colpa resta anche in Ama "perchè sono così da almeno tre giorni - dice una residente di via Gastinelli, mentre passeggia col cane facendo slalom tra i sacchetti di immondizia -. Sono anni che conviviamo con questa situaizone, ma va sempre peggio".

Stesso scenario in tutte le vie del quartiere, cassonetti strapieni e immondizia gettata a terra. Delle vere e proprie discariche a cielo aperto. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento