Lunedì, 15 Luglio 2024
Ponte di Nona La Rustica / Via Collatina

Il Movimento Cinque Stelle sul pedaggio A24: "E' una discriminazione"

Fabio Tranchina, Movimento Cinque Stelle: "Siamo di fronte ad una discriminazione "de facto" di residenti nell'ambito dello stesso comune"

Non si arrestano le polemiche in seguito all'aumento del pedaggio al casello della A24 che dallo scorso mese di gennaio ha "tassato" i residenti di Roma Est di ulteriori 20 centesimi. E mentre i quartieri della zona aspettano ancora risposte dal partito democratico che sarebbero dovute arrivare entro il mese di aprile, il movimento cinque stelle definisce il pagamento del pedaggio "una discriminazione".

"Sono anni che seguiamo la vicenda del pedaggio delle complanari dell’autostrada A24 che fanno parte del territorio del Comune di Roma - spiega Fabio Tranchina, candidato al consiglio comunale con il Movimento Cinque Stelle - Una battaglia che i cittadini del versante Est della Capitale conoscono bene". Sullo studio commenta: "In questi anni - prosegue Tranchina - insieme ad un altro attivista del Movimento abbiamo lavorato la mole di documenti, materiale e analisi che riguardano le complanari - pertanto - Siamo di fronte ad una discriminazione “de facto” di residenti nell’ambito dello stesso comune". A questo Tranchina aggiunge: "La linea che sancisce questa ingiustizia è rappresentata dal Grande Raccordo Anulare - poi puntualizza - Da una parte i protagonisti di questa desolante realtà sono il Ministero delle Infrastrutture, ANAS, Regione Lazio, Comune di Roma e Strada dei Parchi S.p.A, dall'altra invece gli abitanti di Ponte di Nona, Villaggio Prenestino, Castelverde, Lunghezza, Colle degli Abeti, Case Rosse, Settecamini e tanti altri quartieri limitrofi".

Sull'impegno del Movimento Tranchian conclude: "Ultimo atto di questa infinita questione è l’azione politica del MoVimento 5 Stelle Lazio che ha visto il consigliere regionale Porrello impegnato in una interrogazione a risposta immediata". 

Durante la seduta del consiglio regionale dell'11 maggio, infatti, David Porrello, consigliere regionale pentastellato: "Attraverso un'interrogazione a risposta immediata abbiamo rappresentato il grave problema che i cittadini del versante Est di Roma stanno vivendo ogni giorno con “l’estorsione” di un pedaggio non dovuto - ha spiegato - Abbiamo rappresentato la storia di questa opera, i vari accordi e le modifiche che si sono susseguite negli anni fino ad arrivare al fatto che, sembrerebbe, ancora oggi non esiste una convenzione specifica per il pedaggio con nessun gestore".

Porrello continua: "Nel contempo la Strada dei Parchi S.p.A. sta applicando un pedaggio per quel tratto nato per il traffico urbano e senza le caratteristiche tecniche tali da poterlo considerare tratto autostradale - infine - La risposta della giunta è stata inesistente, segno di un completo abbandono da parte di questa istituzione a guida PD dei problemi reali che affliggono cittadini della nostra Regione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Movimento Cinque Stelle sul pedaggio A24: "E' una discriminazione"
RomaToday è in caricamento