rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Ponte di Nona Villaggio Falcone / Via Torricella Sicura

Rifiuti e degrado al parco di via Torricella Sicura. I residenti attendono un intervento delle istituzioni

Il parco non è mai stato preso in carico dal patrimonio del Comune di Roma

Un parco che avrebbe il potenziale per diventare un punto di riferimento per tutto il quartiere. invece, il parco di via Torricella Sicura, a Villaggio Prenestino, rappresenta l’ennesima area abbandonata e che, da opportunità, è diventata ormai un problema per gli abitanti della zona. Un parco abbandonato nel territorio del Vi Municipio, vandalizzato e semi distrutto e oggetto spesso di indagini a causa di ripetuti episodi di spaccio e prostituzione. Una situazione che non potrà cambiare fin quando l’area non verrà acquisita al patrimonio del Comune di Roma.

La storia

Il parco è stato realizzato ormai più di 10 anni fa come opera a scomputo per delle villette realizzate da privati proprio a Torricella Sicura. Un parco bellissimo, molto ampio e con dei giochi a servizio di chi sarebbe andato ad abitare nei nuovi appartamenti e non solo. Mancava solo una cosa, un dettaglio che è divenuto poi un enorme problema: non era stata installata la recinzione e, anche per questo, il Comune di Roma non ha mai preso in carico l’area.

Area degradata

Aperto e senza un soggetto tenuto ad occuparsene, il parco si è trasformato ben presto in un ricettacolo di disagio, dove bivaccano persone di ogni tipo. Spesso e volentieri sono state ritrovate anche delle siringhe usate, testimonianza del fatto che l’area è diventata anche un luogo di ritrovo per i tossici. Per alcuni periodi il parco si era trasformato anche in un campo nomadi mentre i bambini, vogliosi di utilizzare i giochi presenti, si sono visti esclusi. Finora è stato grazie agli abitanti del quartiere ed ai volontari se il parco veniva ripulito. Anche l’associazione Arco è intervenuta spesso con delle giornate ecologiche.

La recinzione

Ancora oggi si attende l’installazione della recinzione che, almeno secondo i prezzi attuali, costerebbe tra gli 80 ed i 100 mila euro. Non è solo questa la spesa, però, che andrà sostenuta per fare in modo che Roma prenda in carico il parco. I giochi sono completamente rotti, c’è da bonificare l’intera area e fare nuovi interventi sulle pavimentazioni ammalorate. Anche dagli uffici tecnici del VI municipio arriva la conferma che il parco non è stato preso in carico dal patrimonio del comune di Roma ed è quindi ancora di proprietà del consorzio che lo ha realizzato. Sembra, inoltre, che l’iter sia stato avviato ma la strada è ancora lunga tortuosa. "Ad oggi, oltre che ad essere una discarica ed una giungla impenetrabile è un nascondiglio per serpenti, volpi, topi oltre a spacciatori - afferma Vittorio Pardossi, presidente dell'associazione Arco - per questo chiediamo che l'area venga presa in carico il prima possibile e poi affidata al VI Municipio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti e degrado al parco di via Torricella Sicura. I residenti attendono un intervento delle istituzioni

RomaToday è in caricamento