rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Ponte di Nona Via Prenestina

Incroci pericolosi a Colle Prenestino: "Serve un semaforo, salverebbe molte vite"

Assenza di strisce pedonali e di semafori, a Colle Prenestino la sicurezza sulle strade vacilla. Dal comitato: "Tante richieste rimaste senza risposta"

Dall'incrocio delle quattro strade agli attraversamenti pedonali. Dal quartiere Colle Prenestino arriva l'allarme sulla sicurezza delle strade. Una denuncia forte quella del comitato soprattutto in seguito agli ultimi recenti fatti di cronaca, ovvero l'investimento avvenuto nella tarda serata di ieri in via Prenestina. Proprio qui, infatti, all'altezza del civico 1220, un uomo di 50 anni è stato investito mentre attraversava la via consolare sulle strisce pedonali ed è ora ricoverato in prognosi riservata al Policlinico Tor Vergata.

Da tempo il comitato di quartiere Colle Prenestino chiede alle istituzioni interventi definitivi che possano mettere in sicurezza le strade. In particolar modo la zona compresa nel cosiddetto incrocio delle quattro strade, il punto in cui si incontrano via Prenestina, via dell'Acqua Vergine e via di Torrenova. "L'incrocio dal novembre del 2014 è senza strisce pedonali a causa dei lavori - fa sapere Pasquale Gallinelli, presidente del comitato di quartiere - da tempo abbiamo presentato richiesta di ripristino sia al Dipartimento Simu che agli organi di polizia municipale Roma VI ma senza ottenere alcun successo". Galinelli puntualizza: "A seguito dei lavori l'asfalto è stato riposizionato ma ancora non state ridisegnate le strisce pedonali". 

Ma non è tutto. Per garantire maggiore sicurezza ai pedoni, soprattutto in prossimità di luoghi commerciali o scuole, il comitato di quartiere ha presentato anche diverse richieste per l'installazione di un segnale luminoso per l'attraversamento pedonale per ogni senso di marcia. Una richiesta che acquisice una valenza maggiore proprio perché fatta per un punto specifico di via Prenestina, all'altezza del civico 1206, nelle immediate vicinanze del luogo dell'incidente. "Questo tratto permette l'accesso all'unica farmacia utilizzata da diversi quartieri, è facile dunque immaginare l'affluenza - commenta ancora Gallinelli - l'attraversamento si trova in prossimità di una curva e soprattutto nelle ore serali o notturne non risulta visibile". Da qui la richiesta del semoforo: "Chiediamo una piccola spesa a salvaguardia di molte vite". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incroci pericolosi a Colle Prenestino: "Serve un semaforo, salverebbe molte vite"

RomaToday è in caricamento