rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Ponte di Nona Via Mejo de Gnente

Ponte di Nona: individuati due siti per la costruzione di una nuova scuola

Questa mattina, il presidente della Commissione capitolina Lavori Pubblici, Dario Nanni, ha effettuato un sopralluogo, accompagnato da alcuni cittadini

Il presidente della Commissione capitolina Lavori pubblici, Dario Nanni(Pd), ha effettuato, questa mattina un sopralluogo tra Ponte di Nona e Colle degli Abeti per individuare alcuni siti per la costruzione di una futura scuola, accompagnato da un responsabile del Dipartimento dell’Edilizia scolastica e dai rappresentanti del comitato di quartiere “Nuova Ponte di Nona” e “Colle degli Abeti”.

“È stato un sopralluogo positivo  spiega Nanni –: sono state individuate due aree sotto Colle degli Abeti. Adesso bisognerà trovare le risorse e inizierà la battaglia per far inserire i fondi nel bilancio per costruire una nuova scuola, che potrebbe comprendere, ad esempio, materna ed elementare. Abbiamo portato avanti un percorso difficile, certificando anche l’effettiva necessità del versante: non esistono molte situazioni come questa sul territorio romano. Abbiamo svolto in totale tre sopralluoghi e cinque Commissioni comunali su questo argomento”.

FORESTI: “ORA ASPETTIAMO I FATTI”- “In un sito, individuato stamattina, ci sarebbero alcuni lavori da fare per il completamento della strada e sembra che, per questo intervento, le risorse siano disponibili – afferma Bruno Foresti, presidente del comitato di quartiere "Nuova Ponte di Nona" –. Siamo soddisfatti del lavoro preliminare che è stato svolto, ma ci aspettiamo che ora si passi ai fatti. Questa è un’emergenza assoluta e, considerata la situazione, la priorità assoluta è per la scuola dell’obbligo e , se ci fosse la volontà, potrebbero riuscire a realizzarla in due anni. Per la materna, speriamo si sblocchi la questione della ‘Prampolini’”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte di Nona: individuati due siti per la costruzione di una nuova scuola

RomaToday è in caricamento