Lunedì, 15 Luglio 2024
Ponte di Nona Ponte di Nona / Via Natale Prampolini

Solidarietà a Nuova Ponte di Nona dopo l’incendio alla scuola di via Prampolini

In attesa del dissequestro dei locali, i bambini saranno collocati in altre aule

Indignazione e rabbia a Nuova Ponte di Nona dopo l’incendio di natura dolosa che ha colpito la scuola materna di via Prampolini. Le fiamme hanno avvolto il nuovo polo 0-6 anni inaugurato di recente che ha ospitato 50 bambini del territorio. Alla cerimonia di inaugurazione ha preso parte anche la sindaca Virginia Raggi che nella mattina di venerdì ha raggiunto il quartiere in segno di solidarietà. Già perché qui nel giro di poche ore sono state tante le persone che in via Prampolini hanno manifestato il proprio sgomento per quanto avvenuto nella tarda serata di giovedì. 

Martedì i bambini tornano a scuola

“Siamo stati contornati da tanta solidarietà, non solo dal nostro Municipio ma anche dal vicino Municipio VII, dal Campidoglio e dal Parlamento”, ha commentato Laura Arnetoli, capogruppo del Movimento Cinque Stelle a poche ore dall’incendio. Arnetoli ha voluto sottolineare un aspetto di non poco conto: “Nella drammaticità dell’evento voglio puntare l’attenzione sull’unità di intenti – ha spiegato – sia la parte politica che quella amministrativa si è messa al lavoro, insieme e fin da subito per trovare una soluzione e un’alternativa ai bambini che sono le vere vittime di quanto accaduto”. I bambini infatti già dalla mattina di martedì potranno tornare a scuola e saranno collocati in altri locali della struttura. Intanto: “Siamo in attesa del dissequestro delle zone colpite dall’incendio così da fare un bilancio dei danni e provvedere quanto prima alla soluzione, sono fiduciosa”, ha concluso Arnetoli. 

"Siamo scossi, increduli e arrabbiati"

Amarezza e rabbia anche dal comitato di Nuova Ponte di Nona che in questi anni si è molto battuto affinché le liste di attesa venissero abbattute e si trovasse più spazio per l’iscrizione dei bambini nelle scuole del territorio. “Siamo scossi, increduli è arrabbiati. Nella zona dove ci sono liste di attesa record per le scuole materne viene bruciata una scuola inaugurata un mese fa, frutto della battaglia dei cittadini. Perché prendersela con i bimbi che ora non hanno più una scuola?”, ha commentato Bruno Foresti, presidente del comitato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà a Nuova Ponte di Nona dopo l’incendio alla scuola di via Prampolini
RomaToday è in caricamento