Lunedì, 26 Luglio 2021
Ponte di Nona Settecamini / Via di Salone

Nuova Ponte di Nona: i cittadini incontreranno il vice sindaco Nieri

Foresti: "Presenteremo tutti i problemi del quartiere, dai roghi tossici alla carenze delle strutture scolastiche"

A seguito di vari incontri infruttuosi con la delegata alla sicurezza del Campidoglio, Rossella Matarazzo, il comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona ha finalmente ottenuto un incontro con il vice sindaco di Roma Capitale, Luigi Nieri. Una rappresentanza cittadina e membri del comitato saranno ricevuti in Campidoglio mercoledì 25 febbraio e presenteranno tutte le problematiche del quartiere, in particolar modo, porteranno l’attenzione sul fenomeno dei roghi tossici.

“Mercoledì rivendicheremo, prima di tutto, il diritto alla salute” – esclama Bruno Foresti, presidente del Comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona. I cittadini, sempre più esasperati dall’esalazione dei fumi nocivi provenienti dai roghi tossici al campo rom di Via di Salone, chiederanno che la  risoluzione del problema passi dalle parole ai fatti. “Chiediamo un presidio fisso di polizia, notte e giorno. Già in passato è stato fatto un tentativo di vigilanza ma non è stato continuativo, lasciando quindi la possibilità di appiccare fuochi. Se la situazione non dovesse cambiare, chiediamo che il Comune si prenda le proprie responsabilità e chiuda il campo rom, vergogna dell’Europa” – dichiara ancora Foresti. 

Al Campidoglio, comitati e cittadini esporranno il degrado in cui il quartiere versa da anni, ormai. “Ponte di Nona è un quartiere abbandonato. Mancano i servizi e manca la sicurezza. Mercoledì chiederemo spiegazioni sulla carenza delle strutture scolastiche, parleremo del degrado ambientale: assenza dell’Ama e di conseguenza strade piene di rifiuti, carenza e scarsa manutenzione delle aree giochi per bambini, sistema di trasporti inadeguato”.

Porteranno sul tavolo della concertazione anche la condizione delle strade, in particolar modo quella di Via Salone "Via Salone è una strada impercorribile, pericolosa soprattutto quando piove ma se vogliamo evitare di pagare il pedaggio sulla complanare, dobbiamo per forza percorrerla per andare a lavoro o raggiungere altri servizi. Quella strada va messa in sicurezza subito prima che succedano disgrazie. Sarà affrontato anche il tema della sicurezza: “Chiederemo spiegazioni sugli arresti che ci sono stati nei giorni scorsi al centro di accoglienza, rivendichiamo, inoltre la presenza di una caserma che garantisca più sicurezza ai cittadini” – conclude Foresti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Ponte di Nona: i cittadini incontreranno il vice sindaco Nieri

RomaToday è in caricamento