rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Ponte di Nona Ponte di Nona / Via Fosso dell'Osa

Villaggio Prenestino: a due anni dall’incendio all’ex casa cantoniera ancora nessuna bonifica

È ancora aperta la diatriba sulla competenza dell’area tra Città Metropolitana e Municipio VI

A due anni dall’incendio nessuna azione di bonifica è stata avviata per ripulire l’area dell’ex casa cantoniera. Siamo nel tratto di strada compreso tra via Prenestina e via dell’Osa, all’altezza del quartiere Villaggio Prenestino del Sesto Municipio, nella periferia est di Roma. É da queste strade che i cittadini chiedono alle istituzioni di ripristinare il decoro, stanchi di dover convivere con il degrado. 

La mattina del 13 agosto del 2020, l’ex casa cantoniera, un immobile dismesso da anni, è andato a fuoco. Da allora, nell’area, sono rimasti detriti e macerie. Non solo: ignoti hanno anche sottratto quanto possibile tra rame e bombole. “Non è possibile continuare a tollerare questa situazione – ha commentato Umberto Favaro dell’associazione di quartiere Villaggio Prenestino che già da tempo denuncia attraverso le pagine del nostro giornale lo stato di abbandono – E’ tempo che le istituzioni intervengano”. 

All’origine dei mancati interventi di bonifica ci sarebbe una diatriba sulla competenza dell’area: un rimpallo di responsabilità tra Città Metropolitana e Comune, quindi Municipio. “Città Metropolitana sostiene di aver ceduto al Comune l’area ma al Municipio non risulta. Sicuramente ci attiveremo per capire se questo passaggio è stato fatto e a chi spetta intervenire” ha commentato Nicola Franco, il minisindaco delle Torri, raggiunto da RomaToday. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villaggio Prenestino: a due anni dall’incendio all’ex casa cantoniera ancora nessuna bonifica

RomaToday è in caricamento