menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il campo rom di via di Salone

il campo rom di via di Salone

Campo di Salone: la vogliono far abortire, ma lei chiama i vigili

La giovane ventenne, incinta di poche settimane, è stata trasferita in una struttura protetta del Comune di Roma, ma non ha voluto sporgere denuncia contro la madre

Volevano costringerla ad abortire, ma si è ribellata: una giovane rom di 20 anni, incinta di poche settimane, questa mattina ha chiesto ai vigili urbani di essere allontanata dal campo attrezzato di via di Salone, dopo essere stata malmenata dalla madre, che era contraria alla gravidanza. La giovane si è rivolta agli uomini della Spe della Polizia locale di Roma Capitale (Sicurezza pubblica ed emergenziale), diretti dal Comandante Antonio Di Maggio, che, insieme alla cooperativa Ermes, sono intervenuti e hanno contattato i Servizi sociali. La ragazza è stata trasferita in una struttura comunale fuori Roma, ma non ha voluto sporgere denuncia contro la madre.

Il papà del bambino è agli arresti domiciliari in un altro campo rom autorizzato, a via Salviati. All’età di 15 anni si era già opposta ad un matrimonio combinato dalla sua stessa famiglia. Nelle strutture attrezzate persiste ancora il fenomeno della “vendita” delle rom più giovani, che possono fruttare alla famiglia di provenienza diverse migliaia di euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento