TorriToday

Basf: "Aria inquinata, ma studio dimostra che è per il traffico"

Da anni i Comitati attribuiscono alle emissioni della fabbrica i livelli di inquinamento dell'aria in zona. Ma l'azienda diffonde uno studio dell'Istituto Superiore di Sanità che dimostrerebbe il contrario

L'aria è inquinata, è vero, ma non più di quella che si respira in altre zone di Roma. La Basf, azienda chimica di via di Salone, sede romana del più grande colosso chimico mondiale che brucia agenti chimici 'esausti', rilancia

Se infatti a Novembre il Tar del Lazio ha annullato l'autorizzazione della Provincia a incrementare la quantità di materiale da smaltire, e se da anni il territorio si batte per lo spostamento della fabbrica forte di numeri e studi che parlano di allarme inquinamento, e di aumento di incidenza di tumori nella zona, l'azienda ha diffuso i dati dell’Istituto Superiore di Sanità. 

"Lo studio - spiega l'azienda - era stato commissionato dalla Provincia in ottemperanza ad una delle prescrizioni contenute nell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), rilasciata nel dicembre 2011 all’impianto di Via di Salone". Due anni di analisi ambientali, da giugno 2012 a ottobre 2014, "condotte dagli esperti dell'Istituto in collaborazione con Arpa". I risultati? 

"Convalidano i dati preliminari confermando un livello d’inquinamento elevato ma in linea con quello di altre aree di Roma. In particolare, i dati raccolti e analizzati dimostrano che la principale causa d’inquinamento dell’area di Case Rosse è da attribuire al traffico veicolare". E non agli agenti chimici bruciati quotidianamente nell'inceneritore. 

Per queste invece, "lo studio conclude che queste non sono tali da rappresentare un inquinamento dell’aria e un rischio per la salute dei cittadini. Così come non sono da attribuirsi alle attività dello stabilimento i cattivi odori più volte segnalati dai Comitati di Quartiere alle Autorità di zona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento