TorriToday

Ponte di Nona: ancora atti vandalici alla stazione ferroviaria

Votata all'unanimità una mozione per chiedere un presidio fisso di militari rimasta però lettera morta

Un’amara sorpresa quella che ha accolto i pendolari del versante est di Roma nella mattina di giovedì. Alla stazione ferroviaria di Nuova Ponte di Nona il vetro di un’altra bacheca è andato in frantumi. Ancora una volta i residenti e il comitato di quartiere chiedono a gran voce una maggiore sicurezza del territorio: “Le istituzioni sembrano sorde alle nostre richieste” hanno detto dal comitato. 

Vetri delle bacheche in frantumi, la mozione per chiedere un presidio militare

Era lo scorso 24 aprile quando un altro atto vandalico ha deturpato la stazione di Nuova Ponte di Nona dalla quale transitano quotidianamente oltre 90 treni in direzione Roma Tiburtina e Roma Termini. Ennesima bacheca andata in frantumi che ha indignato il quartiere e smosso la politica. Il gruppo Fratelli d’Italia del Municipio VI in quella occasione aveva presentato una mozione per chiedere l’istituzione di un presidio militare fisso: il documento approvato all’unanimità è rimasto però lettera morta. 

Dal comitato: “I cittadini tentano dialogo con le istituzioni ma qua non cambia niente”

“I cittadini mostrano grande disponibilità al dialogo con le istituzioni – ha spiegato Dario Musolino, presidente del comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona ma – Ma queste restano sorde alle richieste. Abbiamo partecipato anche ai tavoli sulla sicurezza ma qua non è cambiato nulla”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento