rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Torri Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

Torri: il PD di Migliore ha un nuovo capogruppo ma nel PD di Scipioni nessuno lo sa

Gennaro Migliore, commissario del pd al Municipio delle Torri: "E' stato eletto a maggioranza il nuovo capogruppo nella persona del consigliere Mariano Angelucci a cui vanno gli auguri miei e del Commissario Orfini di buon lavoro"

Migliore fa, Migliore disfa. Scipioni resiste e allora il commissario del Pd nel municipio VI prova a ordinare a modo suo le cose. Capita così che venga eletto un nuovo capogruppo senza che nessuno nel partito lo sappia. 

Firmatario, insieme ad altri cinque consiglieri del Partito democratico della mozione di sfiducia al presidente Scipioni voluta da Matteo Orfini, Mariano Angelucci è stato eletto a capo dei consiglieri dem del Municipio delle Torri. Nel mese scorso, il consigliere Pd, aveva annunciato le dimissioni dalla presidenza della commissione lavori pubblici e mobilità, Il nuovo incarico, giunto nella giornata di giovedì 3 settembre, è stato reso noto dal commissario pd del Municipio VI, Gennaro Migliore.

Con la diffusione di una nota stampa, Migliore ha dichiarato: "Abbiamo tenuto  nella sede del municipio una riunione con il gruppo del partito democratico municipio VI firmatario della mozione di sfiducia, una riunione per iniziare il percorso di ricostruzione del partito nel territorio e per programmare le prossime iniziative che si svolgeranno".

Sul nuovo ruolo che il consigliere Angelucci andrà a svolgere, il commissario del partito democratico del Municipio VI, ha poi continuato: "Durante la riunione è stato anche eletto a maggioranza il nuovo capogruppo nella persona del consigliere Mariano Angelucci a cui vanno gli auguri miei e del Commissario Orfini di buon lavoro".

Ma chi l'ha votato? Ad eleggere a maggioranza Angelucci capogruppo del Pd i consiglieri municipali firmatari della mozione di sfiducia, Gianfranco Gasparutto, Fabrizio Compagnone, Daniele Grasso e Rosario Onorati. Il Pd però, sulla carta, conta anche su altri consiglieri che sono rimasti fedeli al presidente Scipioni.

I fedelissimi, coloro che fino ad ora hanno supportato la scelta di Scipioni di non dimettersi alla richiesta di Orfini, sono però all'oscuro dell'elezione avvenuta la scorsa settimana e in alcuni casi, da noi interpellati, si riservano il diritto di non commentare. Lo apprende dalla stampa Ambra Consolino presidente del Consiglio del Municipio IV che dichiara: "Non sapevo nulla dell'elezione, nè della riunione che si è svolta in municipio". Si astiene dal commentare, invece, il consigliere Stefano Pelone. "Fino a prova contraria faccio parte del Partito democratico, non sapevo nulla della riunione e mi astengo dal commentare l'elezione", dice a RomaToday

E tra i fedelissimi di Scipioni c'è anche chi non riconosce l'elezione avvenuta: "Per me il capogruppo del partito democratico resta Giammarini", sostiene l'assessore Valter Mastrangeli a RomaToday, che ha appreso della riunione solo a cose fatte. Sul nuovo incarico di Mariano Angelucci, anche l'assessore alla Mobilità Vittorio Alveti commenta: "Spero sia stata una scelta dei consiglieri e non del commissario Migliore. Il gruppo del partito democratico resta composto da 11 persone".

E, ancora una volta, il presidente del Municipio, Marco Scipioni, colui intorno al quale ruota il fermento del partito democratico dell'ultimo periodo, apprende la notizia dai giornali: "Non sapevo nulla, l'ho letto dai giornali, ci sarà una valutazione politica e in caso di novità le renderemo note". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torri: il PD di Migliore ha un nuovo capogruppo ma nel PD di Scipioni nessuno lo sa

RomaToday è in caricamento