Torri

Municipio VI, un anno di giunta Romanella: bocciato l'ecodistretto, poi poco altro

Giunta e consiglieri refrattari a qualsiasi comunicazione. Su facebook le uniche notizie, con i giornali visti come il nemico assoluto. Preoccupa la lentezza per il bando delle palestre comunali

Una giunta sulla difensiva, più preoccupata di non prenderle che di governare un territorio tanto vasto, quanto difficile. Il primo anno di Roberto Romanella è filato via con praticamente nessun picco e con il solo successo, di retrovia, di aver bocciato il progetto dell'ecodistretto. In mezzo molti assessori che hanno rassegnato le dimissioni.

E dire che Romanella era partito con il turbo con la giunta selezionata in tempi brevi, a soli dieci giorni dall'elezione. Romanella per il governo delle Torri ha scelto soggetti conosciuti nel periodo di attivismo all'interno del Movimento Cinque Stelle. Lo stesso criterio che ha utilizzato anche nei mesi a seguire perché le numerose dimissioni degli assessori lo hanno visto impegnato in più occasioni a rinnovare la squadra di governo. 

La defezione più discussa è stata quella di Andrea De Carolis, assessore  all’Urbanistica, Lavori pubblici, Politiche abitative, E.R.P. e Patrimonio, che male ha digerito la decisione di riaccendere il tritovagliatore mobile di Rocca Cencia. Un addio pesante che ha spaccato il QRE, anima civica benzina del successo grillino alle torri. 

La comunicazione istituzionale, dopo una prima fase connotata da entusiasmo e disponibilità è andata scemando. I canali social utilizzati dal Movimento Ciqnue Stelle, come la fanpage del presidente e quella del partito di governo, hanno un aggiornamento sporadico. Negativo l'atteggiamento di alcuni consiglieri, assessori e presidenti di commissione che, non diffondendo comunicazioni ufficiali, sono spesso irrintracciabili o trincerati dietro un sonoro "Non rilascio dichiarazioni". 

Consiglieri e assessori che durante gli anni di Scipioni, da semplici cittadini, erano i principali censori del lavoro della politica, mostrano oggi una cronica insofferenza alla minima critica, seppur costruttiva. "Se c'è una buca non va segnalata ai giornali ma direttamente ai consiglieri", scrive su facebook uno di loro. 

La buona volontà e l'impegno nel tentativo di risolvere le problematiche del Municipio delle Torri sono stati chiari e evidenti fin da subito. Molto bene sul fronte case popolari, il municipio VI risulta infatti il primo in tutta la città ad aver dato avvio alla manutenzione delle case Erp. Bene anche la manutenzione del verde, soprattutto con la pulizia e la bonifica del viale di Tor Bella Monaca che non avveniva da anni. 

Lavoro vantato è quello sulle strade che viene rilanciato con enfasi sui social. Strade che, se in alcune zone vengono rifatte, in altre restano un vero e prorpio tallone d'achille, con le opposizione ad avere gioco facile a mostrare buche e voragini. Opposizioni sugli scudi anche sul bando delle palestre in questo municipio scomparso nel nulla tanto da mettere a rischio il servizio a settembre. Voto 5

RomaToday - cronaca e notizie da Roma

Potrebbe interessarti: https://www.romatoday.it/
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio VI, un anno di giunta Romanella: bocciato l'ecodistretto, poi poco altro

RomaToday è in caricamento