Torri Via di San Vittorino

Rifiuti, Nanni: “Regione e Comune dilettanti allo sbaraglio”

Il consigliere Pd in Aula Giulio Cesare commenta un documento del Tar sull'ordinanza della Polverini per la localizzazione del post Malagrotta "Capolavoro d'incapacità"

Dilettanti allo sbaraglio. Dario Nanni cita la Corrida di Corrado Mantoni riferendosi al modo in cui si sta gestendo l’emergenza rifiuti a Roma. Un’accusa che parte dalla lettura di una sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio: “Apprendo con stupore come la sentenza del Tar del Lazio (numero di repertorio 02149/2012) sottolinei come la stessa Avvocatura della Regione Lazio consideri l'ordinanza firmata dalla presidente Polverini sulle discariche ‘non un provvedimento di localizzazione’ e che ‘sull'analisi preliminare’ non possa basarsi alcuna valutazione finalizzata ad individuare la nuova discarica".

CAPOLAVORO D’INCAPACITA’: Vice presidente della Commissione Lavori Pubblici al Comune di Roma che rincara la dose tirando in ballo anche Gianni Alemanno: “Questa è la prova concreta dell'incapacità e del dilettantismo di come sia stata gestita sino ad oggi questa delicata vicenda da parte della Regione Lazio, con l'avvallo del Comune di Roma. Sulla base di questa decisione infatti, si evince che tutte le procedure per l'emergenza rifiuti sono una sorta di capolavoro d'incapacità  amministrativa che non può neanche essere annullato, in quanto solo e puramente indicativo”.

OTTO MESI DI NULLA: Consigliere Pd in Campidoglio che critica le politiche adottate in previsione delle chiusura della discarica di Malagrotta: “Tutto quello che è stato deciso, o meglio che qualcuno ha pensato di aver deciso sino ad oggi, è praticamente senza valore. Nello specifico l'analisi preliminare che individua le discariche di CorcolleRiano non è altro che un documento puramente indicativo e che la telenovela messa in piedi dal giugno 2011 dalla Regione Lazio sulla vicenda dei rifiuti, con la condivisione del Sindaco Alemanno, è una grande bolla di sapone. Davvero surreale poi, che a sconfessare le decisioni della Regione Lazio sia stata la sua stessa Avvocatura, nelle memorie difensive depositate al Tar”.

CAOS E RIFIUTI: Dario Nanni che cita in causa i disagi patiti dai cittadini che si stanno opponendo alla localizzazione di una discarica nei loro territorio: “Gravissimo se si pensa a quanto caos e quanti problemi questa decisione ha prodotto nei territori di Corcolle e di Riano soprattutto nei confronti dei cittadini coinvolti. Ma caos e difficoltà, non sono rifiuti da smaltire o differenziare, e  i cittadini difficilmente dimenticheranno questa assurda vicenda. Rimane il fatto che si è perso tempo e la scadenza del 30 Giugno si avvicina. A questo punto il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, non potrà più nascondersi dietro decisioni altrui, che ha comunque fino ad oggi avallato, lo invito a trovare altre aree e a non tergiversare affinchè l'emergenza rifiuti a Roma non diventi un caso internazionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Nanni: “Regione e Comune dilettanti allo sbaraglio”

RomaToday è in caricamento