Torri Via Polense

Movimento No Discariche: “Continueremo a lottare”

Francesco Saltini del CdQ Giardini di Corcolle No Discarica al sit in di ieri sulla via Polense: "Stiamo lottando contro questa scelta dal 2 giugno. Esistono soluzioni alternative"

Corcolle: Movimento No alle Discariche

Stanno portando avanti la loro battaglia dallo scorso mese di giugno. Un secco no alla discarica che ha portato alla nascita di un movimento spontaneo che nel giro di qualche ora ha radunato in via Polense centinaia di cittadini per dire ‘No alla discarica di Corcolle - San Vittorino”. Movimento spontaneo No alle Discariche che segue la strada intrapresa durante l’estate dal Comitato di quartiere Giardini di Corcolle, primo a battersi per la possibile ipotesi post Malagrotta. Presidente del comitato della borgata polense è Francesco Saltini che senza mezza termini spiega. “Ci sentiamo storditi, traditi, increduli e tanto tanto incazzati. Non solo perchè la discarica è qui a Corcolle, ma perchè è il sistema della discarica che non più essere adottato. Abbiamo avuto più di 10 anni per poter programmare e cambiare questa cosa e non gliene è interessato niente a nessuno. E adesso dobbiamo affibbiare questo cancro in un’altra zona? Abbiamo prima rovinato Malagrotta e adesso  roviniamo un’altro territorio? Non siamo d’accordo e diciamo no”.

CONTINUARE A LOTTARE:Lotteremo e combatteremo sino allo stremo delle forze fin tanto ce ne sarà la necessità - prosegue Francesco Saltini. - Siamo solidali con Riano, Fiumicino e tutti i siti candidati che hanno avuto la nostra stessa sfortuna e quelli che stanno tirando un sospiro di sollievo. Siamo nel limbo di queste decisioni perchè convinti che la temporaneità data al sito non sarà tale. Dobbiamo e vogliamo muoverci con questo Comitato e partendo da questa manifestazione che è stata organizzata in mezz’ora. Segno che la gente vuole realmente raggiungere il risultato che si è prefissato”.

SOLUZIONI POSSIBILI:Dobbiamo iniziare a programmare e a fare delle leggi atte ad annullare questo sistema di smaltimento dei rifiuti - conclude il presidente del Comitato Giardini di Corcolle No Discarica. - Con raccolta differenziata porta a porta, riciclaggio e recupero di energie, queste devono essere le soluzioni alternative altrimenti non se ne verrà mai a capo. Riempiremo un’altra cava, avvelenandola sino all’irrimediabile e poi proseguiremo avvelenando altre persone. Dobbiamo opporci a questo sistema e lo devono fare anche le persone che non sono in questo momento direttamente colpite. Tutti quanti soffriremo di questa cosa. Oggi tocca a noi ma quando saremo saturi toccherà a qualcun’altro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento No Discariche: “Continueremo a lottare”

RomaToday è in caricamento