Torri

Le discariche nel Municipio VIII: il Codici si rivolge all’Ama

Dopo le segnalazioni di RomaToday il Centro Diritti per il Cittadino denuncia la situazione d'incuria di alcune borgate del Municipio delle Torri facendo una mappa del degrado e rivolgendosi all'Ama

La discarica di via Quarto Grande

Una citazione tra le righe. Una situazione di degrado segnalata a più riprese sulle pagine di TorriToday. Il Centro Diritti per il Cittadino (Codici) si rivolge all’Ama tracciando una mappa del degrado e delle discariche abusive dell’VIII Municipio delle Torri e chiedendo maggiore controllo e vigilanza contro le situazioni di incuria. “Recentemente - si legga nella nota -  Codici ha appreso dagli organi di stampa allarmanti notizie  riguardanti numerose situazioni di degrado che colpiscono l’VIII Municipio di Roma. L’associazione ha così stilato una 'mappa dei rifiuti' che interessa diversi quartieri dove proliferano discariche abusive. Sono disseminate nei bordi delle carreggiate, nelle aree verdi o nelle strade di campagna, contengono sostanze pericolose o semplici rifiuti”.

LA MAPPA DI CODICI:Cominciamo dalla zona di Borghesiana, dove recentemente si è scoperta una maxi discarica in via Sant’Alessio in Aspromonte, vicino ai numerosi pini che costeggiano la strada. La quantità e la varietà dei rifiuti sono impressionanti: compaiono frigoriferi, divani, calcinacci, materassi. Le lamentele dei cittadini residenti sono di giustissima causa, ma purtroppo non c’è ancora stato nessun intervento risolutore da parte dei soggetti pubblici. Riportiamo anche il caso di Colle Mattia, nel quale a via di Monte Mellone, tra i vitigni e gli oliveti ai confini con il Comune di Frascati, ci sono vere e proprie montagne di rifiuti abbandonati, che nessuno si preoccupa di raccogliere".

IL BOSCHETTO DI VIA CERQUETE E TORRE ANGELA:Citiamo poi la zona di Colle degli Abeti, dove da mesi i cittadini lamentano una situazione disarmante, che vede la proliferazione di discariche abusive e problemi di manutenzione stradale e di segnaletica. Recentemente poi si è creato il caso della discarica itinerante, sita ora nel boschetto di via delle Cerquete. (Anche se in relazione a tale problema sarebbe opportuno anche citare gli interventi dell'Ama ndr) Si tratta di un insediamento abusivo composto da una cinquantina di persone che stanno colonizzando l’area verde di Ponte di Nona. In questo caso l’Ama si è addirittura dichiarata impotente, vista la difficoltà dell’opera di bonifica del boschetto e visto che quest’ultimo non è ancora in gestione del Comune. Infine Torre Angela, un quartiere dove i cassonetti sono vecchi, rotti e spesso neanche si aprono, motivo che costringe i residenti a gettare i rifiuti in terra. Una situazione di diffuso degrado, che da troppo tempo non vede interventi risolutori”.

LE FOTODENUNCE DI TORRITODAY

LA MAPPA DI TORRITODAY: Segnalazioni e discariche che vanno oltre le citazioni del Codici tracciando una mappa ancora più ampia che va da Finocchio sino a Ponte di Nona, passando per Castelverde e Corcolle. Ma anche Borghesiana con la segnalazione della discarica di via Nardodipace, via di Lunghezzina dove meretrici ed immondizia la fanno da padrone. Via Castellalto, a Castelverde, la via Collatina, segnalata per la presenza di discariche più volte. Il retro del parcheggio chiuso di via Luciano Conti, nella nuova Ponte di Nona, dove bisogna anche citare la bonficia di parte di Ama di via Castagnaro. E proseguendo via della Riserva Nuova e via Don Primo Mazzolari, nella vecchia Ponte di Nona, via Siculiana ai Due Leoni, via Duilio Cambellotti a Tor Bella Monaca. Ma anche lo spazio verde Antonio De Falchi a Torre Maura, potendo citare ancora via di Passolombardo, a Tor Vergata, la Prenestina Nuova e la Prenestina Polense. Senza considerare le stradine di campagna che collegano Finocchio a Fontana Candida e al confinante Comune di Frascati, dove la maxidiscarica di via Quarto Grande può essere eretta a simbolo dell’incuria delle diverse borgate del Municipio delle Torri.

L’ALLARME DI CODICI: Alla luce di queste segnalazioni “Codici chiede una maggiore efficienza dell’operato dell’Ama: che le strade vengano pulite e i cassonetti svuotati. E’ necessaria una maggiore vigilanza. Proprio quest’anno - dichiara Valentina Coppola, Responsabile Codici Ambiente - abbiamo apprezzato la volontà dell’Amministrazione Capitolina di migliorare la situazione dell’VIII Municipio, attraverso interventi di carattere strutturale. Un segnale vero potrebbe essere proprio l’affrontare concretamente il degrado e la sporcizia che in tali zone risultano veramente problematiche”.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le discariche nel Municipio VIII: il Codici si rivolge all’Ama

RomaToday è in caricamento