Torri

Chiude in casa la ex, la picchia e minaccia per due settimane: arrestato

La vittima aveva numerose ecchimosi sul corpo, è stata dimessa con una prognosi di 7 giorni. Per due settimane è stata tenuta prigioniera sotto costanti minacce e violenze

L'incubo di una giovane di ventidue anni, cittadina romena, è terminato grazie all'intervento dei carabinieri e alla denuncia fatta da una coppia che era venuta a conoscenza degli abusi inflitti alla giovane.

Una telefonata dalla Romania ha avvertito la coppia della situazione, informando una donna, cittadina romena che una sua conoscente e connazionale era vittima di pesanti maltrattamenti. La donna con il marito, un cittadino italiano, decide di denunciare.

La giovane è vittima delle angherie e delle percosse del suo ex compagno, anch’egli cittadino rumeno, che da due settimane la costringe a vivere sequestrata in casa, privandola di cellulare e documenti, sotto costanti minacce e violenze per evitare che possa dare l’allarme ai vicini. Botte, prevaricazioni e privazioni della libertà personale causate dall’incapacità di accettare la conclusione della loro relazione sentimentale.

La coppia, in villeggiatura a Corvara, si reca presso la Stazione Carabinieri di Corvara in Badia (Bolzano) e fa la sua denuncia. Sa solo che l’abitazione ove la ragazza è segregata si trova a Roma. Immediati gli accertamenti incrociati da parte dei militari, che localizzano l’abitazione nella Capitale; i militari della Stazione Carabinieri Tor Sapienza, dopo un lungo appostamento finalizzato a scegliere il momento adatto per intervenire, intervengono mentre il rumeno scende le scale.

E’ la parola fine agli abusi del carceriere K.A.A., trentunenne e pregiudicato. Alla vista dei militari la vittima B.A. si presenta con numerose ecchimosi sul corpo, segno evidente dei maltrattamenti. Trasportata presso l’ospedale Pertini viene medicata e dimessa con 7 giorni di prognosi. Poi in caserma, ove in un’atmosfera tranquilla e sentendosi finalmente libera, racconta i dettagli della brutta esperienza, durata circa due settimane, e terminata grazie all’interessamento di una vera amica ed al tempestivo intervento dei Carabinieri.
Arrestato e condotto presso la casa circondariale Regina Coeli, il carceriere dovrà rispondere di sequestro di persona e maltrattamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude in casa la ex, la picchia e minaccia per due settimane: arrestato

RomaToday è in caricamento