Sabato, 19 Giugno 2021
Torri Via di Villa Adriana

Il Comitato Uniti contro le discariche e l'ostinazione su Corcolle

Lettera aperta del portavoce Gianni Innocenti sulla 'sordità' del commissario Giuseppe Pecoraro dopo il rilancio della possibile localizzazione temporanea del post Malagrotta a poche centinaia di metri dalla Villa di Adriano

Una lettera scritta dopo aver ascoltato l'intervento del Prefetto Pecoraro all'audizione in Commissione Petizioni che si è tenuta a Bruxelles martedì pomeriggio. A scriverla il portavoce del Comitato Uniti contro le discariche Gianni Innocenti: "Non possiamo non essere estremamente preoccupati: in conferenza dei servizi l’Autorità di bacino del Tevere aveva descritto i gravi pericoli per la falda idrica che si trova nel sottosuolo della cava di Corcolle ed alimenta Roma. Il Ministero dei Beni culturali aveva evidenziato i vincoli archeologici che insistono sul sito e la vicinanza con Villa Adriana. Il Prefetto resta sordo non solo a questi pareri negativi  ma anche ai dinieghi dei ministri, alle preoccupazioni dell’Unesco e dell’Europa, ai danni che procurerà ad un territorio pregiatissimo. Imperterrito, prosegue sulla strada di Corcolle e delle infrazioni europee che comporteranno sanzioni salate a carico di noi cittadini".

INCONTRI NON PERVENUTI - Comitato Uniti contro le discariche che punta il dito contro l'ostinazione di Giuseppe Pecoraro sul sito di Corcolle: "A Bruxelles ha sostenuto che da settembre a novembre 2011 ha ricevuto i comitati dei cittadini. Ci piacerebbe sapere con chi e quando. E’ inquietante e non si è mai visto nel nostro Paese, un Prefetto mettere in discussione così platealmente le posizioni documentate di due ministri, sottovalutare il pericolo di inquinamento dell’acqua di Roma, la presenza di siti archeologici importantissimi, dichiarare davanti al parlamento europeo di avere incontrato i comitati quando a quelli di Corcolle e Villa Adriana non ha mai risposto. Arriveranno rifiuti trattati e non odoranti dice, ci chiediamo dove e come li tratterà se non ci sono impianti sufficienti".


ZONA BUFFER UNESCO - Un'area nella quale insiste una buffer zone ancora non scavata adiacente alla Villa dell'Imperatore romano: "Insiste su Villa Adriana più lontana di due chilometri ma non considera l’area del monumento non ancora scavata e la buffer zone Unesco. Non ha avviato ancora, in otto mesi, il minimo provvedimento per stimolare un serio discorso sui rifiuti che rispetti le normative italiane ed europee come propone il ministro Clini. Siamo preoccupati, per noi, per il nostro territorio e per le figuracce internazionali che abbiamo fatto al Parlamento Europeo  e che potremmo fare ad ottobre quando la Commissione petizioni verrà in ispezione a Villa Adriana. Continuiamo a ripetere che non ci stiamo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comitato Uniti contro le discariche e l'ostinazione su Corcolle

RomaToday è in caricamento