Lunedì, 15 Luglio 2024
Torri Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

I fedelissimi contro Angelucci e lui si dimette da presidente della commissione

Mariano Angelucci: "Voglio spiegare il motivo per cui rimetto il mio mandato da presidente della commissione LL.PP. e Mobilità del Municipio VI che formalizzerò nella commissione di venerdì 7 agosto"

Un post sulla bacheca facebook dell'assessore Valter Mastrangeli apparso nelle scorse ore sul popolare social network, pubblicato a margine di un articolo di Roma Today sull'annuncio della ripresa dei lavori alla rotatoria di via Squinzano, invitava chi di dovere a 'non fare proclami' e 'avere il buon senso di tacere'. Non compaiono nomi sul post ma il riferimento al presidente della Commissione LL PP, Mariano Angelucci, è parso subito evidente. 'Chi ha firmato la sfiducia si deve dimettere da presidente di commissione' recitava il post. Proprio Mariano Angelucci, infatti, nei giorni scorsi, insieme ad altri quattro consiglieri dell'ormai ex maggioranza pd, ha firmato la mozione di sfiducia nei confronti del minisindaco Scipioni, richiesta dai commissari Orfini e Migliore. 

Poche ore dopo, arriva l'annuncio del presidente Angelucci: "Voglio spiegare il motivo per cui rimetto il mio mandato da presidente della commissione LL.PP. e Mobilità del Municipio VI che formalizzerò nella commissione di venerdì 7 agosto". All'annuncio dell'ormai ex presidente di commissione seguono le motivazioni: "Lo faccio perché alla luce della mozione di sfiducia al Presidente del Municipio, richiesta dal Partito Democratico, che verrà protocollata in settimana è giusto che la presidenza vada a chi continua a supportare questa amministrazione". Subito dopo Angelucci stila il bilancio di questo breve mandato: "Lo faccio dopo due anni splendidi e difficilissimi allo stesso momento in cui personalmente insieme a tutta la commissione, nonostante la carenza di risorse, abbiamo avuto tante soddisfazioni e siamo riusciti a dare tante risposte ai cittadini".

E così arrrivano i numeri: "Voglio ricordare le 13 tredici scuole in cui si è effettuata la manutenzione straordinaria che non si faceva da 10 anni, il controllo dei lavori delle compagnie di servizi primari che in passato erano lasciati in balia degli eventi e che hanno permesso l'asfaltatura di via di Torrenova, via dei Colombi, via Quaglia, l'apertura della metro c e il riordino della rete del trasporto pubblico locale che ha permesso di portare l'autobus lì dove non c'è stato per quaranta anni, la progettazione di una rete ciclabile nel municipio che speriamo venga finanziata, la programmazione di tutti gli interventi da fare per le scuole e le strade al fine di rendere il municipio migliore e tante altre cose".

Parole anche per quello che non è stato possibile realizzare: "Avremo voluto fare di più ma lo contingenza in cui ci siamo trovati e gli accadimenti che hanno riguardato il comune di Roma lo hanno impedito. Allo stesso tempo questi accadimenti ci stanno consegnando una città più trasparente con il grande lavoro del Partito Democratico e in questo contesto il Partito Democratico,  nelle persone del Commissario Orfini e del Sub Commissario Migliore ha chiesto prima  le dimissioni del Presidente e in seguito la mozione di sfiducia che ho deciso di sottoscrivere perché credo nel Partito Democratico e in ciò che rappresenta e perché penso che il PD possa dare un grande cambio di passo alla nostra Città". 

Poi spiega il rapporto con il Partito Democratico: "Questa e' l'unica motivazione che ho e non c'è ne sono altre. Ho deciso di impegnarmi due anni fa candidandomi alle elezioni con il Partito Democratico e con il Partito Democratico ho deciso di portare avanti come consigliere e come cittadino la mia attività politica ma tenendo sempre fermo un punto fondamentale che al primo posto ci sono i cittadini di Roma e del VI municipio dove sono cresciuto e dove vivo e le mie scelte presenti e future saranno sempre volte al miglioramento della loro vita". 

E tra i ringraziamenti di rito, l'inizio di un nuovo percorso: "Ringrazio in primis tutti i membri della Commissione e la segretaria di commissione perché è grazie al loro supporto che abbiamo ottenuto tanti risultati positivi per i cittadini e poi ringrazio tutti i colleghi perché ciascuno di loro mi ha dato qualcosa. Potrei dire tante cose ma da oggi inizio una nuova pagina, che mi porterà a lavorare ancora di più sempre in modo costruttivo e propositivo, da membro del Partito Democratico e sempre al servizio dei cittadini di questo municipio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fedelissimi contro Angelucci e lui si dimette da presidente della commissione
RomaToday è in caricamento