rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Torri Tivoli / Via di Villa Adriana

Discarica Corcolle: corteo per dire 'no', ma con le Ville aperte

Dopo due rinvii dovuti al maltempo tutto pronto per la marcia contro la scelta di Pecoraro. La Soprintendeza chiede che venga rettificato il termine di 'simbolica' chiusura dei siti Unesco. Monumenti aperti regolarmente

Si parte.Dopo che solamente la neve per ben due volte è riuscita a fermare l’opposizione alla scelta di aprire una discarica a Corcolle - San Vittorino che si protrae in tutte le zone interessate da ancora prima che il prefetto Giuseppe Pecoraro si pronunciasse sulle ipotesi del post Malagrotta, cittadini, comitati e associazioni si preparano alla marcia di protesta (inizialmente prevista per il 4 febbraio) che avrà inizio alle 9,30 di sabato 18 febbraio davanti l’ingresso della Villa di Adriano. Un corteo che partirà dal piazzale d’ingresso del patrimonio Unesco per concludersi davanti a Villa d’Este a Tivoli.

VILLE APERTE: Corteo che doveva partire dalla Villa di Adrianosimbolicamente’ chiusa, ma in relazione al quale la Soprintendenza ai Beni archeologico del Lazio ha voluto precisare, chiedendo che venisse evidenziato, al contrario, il rispetto degli orari regolari di apertura previsti dall’ente che lo gestisce. “Ci preme comunque sottolineare - scrive il Comitato Uniti contro le Discariche - che la manifestazione di sabato 18 è improntata alla tutela dei monumenti stessi, patrimonio anche della città di Tivoli, che vedrebbero, a nostro avviso e di tutti coloro che alla manifestazione aderiranno, un danno consistente alla loro immagine ed alla loro frequentazione, se milioni di metri cubi di rifiuti, con il loro odore, arrivassero nel sito di San Vittorino-Corcolle. Per questo motivo ci spiace aver procurato un disappunto che non potevamo lontanamente immaginare date le motivazioni e le modalità della manifestazione”.

MESSAGGIO INTERNAZIONALE: Durante la manifestazione, conclude il portavoce del Comitato Uniti contro le Discariche: "sarà distribuito un volantino in cinque lingue ai visitatori dei due monumenti, uno dei quali, Villa d’Este, è purtroppo, chiuso da giorni a causa delle recenti nevicate, per chiedere di pazientare se, a causa dello svolgimento della manifestazione stessa, si registrassero difficoltà di transito lungo l’itinerario del corteo”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica Corcolle: corteo per dire 'no', ma con le Ville aperte

RomaToday è in caricamento