Castelverde Borghesiana / Via di Rocca Cencia

Rifiuti: "Il tritovagliatore mobile sarà portato via da Rocca Cencia"

Nei prossimi giorni il tritovagliatore collocato presso l'impianto Ama di Rocca Cencia sarà portato via dal sito. L'accensione avvenuta a dicembre ha provocato polemiche e malcontenti

La riaccensione del tritovagliatore a Rocca Cencia aveva provocato molte polemiche sia nel mondo delle associazioni che in quello politico. Il Pd, infatti, aveva tuonato: "Il movimento cinque stelle non mantiene le promesse elettorali". Una notizia, quella della riaccensione, che aveva provocato anche le dimissioni dell'ormai ex assessore Andrea De Carolis dalla giunta Romanella e che, rientrato nelle fila dei cittadini che appartengono al QRE, aveva annunciato: "Vinceremo anche questa battaglia con l'aiuto della magistratura".

Nella giornata di venerdì 20 gennaio è arrivata la conferma da parte del Municipio Roma VI delle Torri della "rimozione" del tritovagliatore. Così,  Katia Ziantoni, assessora all'ambiente del parlamentino di viale Cambellotti, ha anticipato: "Nei prossimi giorni l’impianto mobile sarà portato via dal sito di Rocca Cencia - un piccolo passo verso quella riqualificazione per cui abbiamo lottato da cittadini e che oggi abbiamo il dovere di realizzare con atti concreti e con una visione politica dei rifiuti".

Ziantoni ha spiegato anche le motivazioni e la durata relative all'accensione dell'impianto all'interno del polo Ama di Rocca Cencia: "Il tritovagliatore è stato utilizzato solo un mese, in attesa che il trasporto dei rifiuti in Germania entrasse a regime, cosa che i cittadini potranno apprendere nei prossimi giorni durante un'assemblea pubblica".

Non è mancata la replica del QRE: "Prendiamo atto da fonti non ufficiali che l'amministrazione comunale dichiara di aver spento il tritovagliatore a Rocca Cencia senza mai, peraltro, aver ammesso di averlo acceso". I quartieri riuniti in evoluzione hanno poi aggiunto: "I cittadini dei Quartieri Riuniti, con propria istanza del 23 dicembre hanno chiesto, anche alla magistratura, di verificare la condizioni ambientali e autorizzative di quanto avveniva nell'impianto". Così hanno concluso: "Se queste dichiarazioni fossero confermate, gli organi competenti, dovranno accertare le eventuali responsabilità ed omissioni che hanno consentito quell'attività, prefigurando addirittura, una eventuale ammissione di reato, nulla sarà più consentito di illegale in queste terre. I cittadini vigilano, ogni giorno, attentamente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti: "Il tritovagliatore mobile sarà portato via da Rocca Cencia"

RomaToday è in caricamento