TorriToday

Colle Prenestino prigioniero del traffico

Le proposte del Municipio: rotatoria o corsie di accumulo

Un tappeto di macchine e non solo all’ora di punta. Si presenta così via Prenestina che con l’inizio dell’anno scolastico è tornata ad essere una spina nel fianco per i residenti dei quartieri che la costeggiano: in particolare Colle Prenestino.

“Siamo ostaggio nel nostro quartiere”

Da qui, da tempo, sono state avanzate richieste di intervento che ad oggi però non hanno sortito nessuno effetto. “Siamo ostaggio nel nostro quartiere” ha spiegato Pasquale Gallinelli, presidente del comitato. Questo perché al cosiddetto “incrocio delle quattro strade”, quello tra via Prenestina, via Torrenova e via dell’Acqua Vergine si crea un blocco di auto: “Impieghiamo almeno mezz’ora per percorrere 700 metri, quindi per uscire dal quartiere e arrivare all’incrocio”, ha aggiunto Gallinelli. Inoltre, il congestionamento del traffico sulla via consolare porta le auto a utilizzare le strade di Colle Prenestino: “Le vie interne vengono percorse a tutta velocità senza rispettare i divieti e mettendo a rischio l’incolumità dei pedoni”, ha commentato ancora Gallinelli. A indignare ancora di più i residenti è l’assenza di manutenzione: “Possibile che in cinquant’anni sono siano mai stati fatti degli interventi su questa strada? Continuiamo a chiedere incontri in Municipio ma non riceviamo mai risposta, la sola e unica convocazione risale al mese di settembre dello scorso anno, quando siamo stati chiamati dall’ex assessore De Carolis”.

Dal Municipio: “Votata una risoluzione in consiglio”

La problematica relativa all’incrocio delle “quattro strade” è ben nota nei locali di viale Cambellotti. “Già nel mese di febbraio – ha spiegato Giuseppe Agnini, presidente della commissione lavori pubblici – abbiamo votato in consiglio una risoluzione riguardo la costruzione di rotatorie sul quadrante Prenestino-Casilino”. Ha aggiunto: “Quando ci siamo insediati abbiamo recuperato anche parte del lavoro svolto dalla giunta precedente su questa vicenda – ha concluso – le nostre proposte sono quindi due: una rotatoria o corsie di accumulo”. Si tratta di corsie che incanalano direttamente l’automobile sulla strada da raggiungere piuttosto che arrivare prima all’incrocio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento