rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Castelverde Borghesiana / Via di Rocca Cencia

Rocca Cencia vuole il parco dell'Agro Romano: la battaglia parte dall'antica Gabii

L'appuntamento è fissato per le ore 9.30 di domenica 22 maggio in via di Rocca Cencia. All'arrivo dinanzi l'antica città di Gabii anche l'eco aperitivo

Il progetto del parco nazionale dell'agro romano sarà presentato ai cittadini nella mattina di domenica 22 maggio, presso l'antica città di Gabii sulla via Prenestina. L'appuntamento è fissato alle ore 9.30 in via di Rocca Cencia, al civico 301. L'evento, organizzato dal comitato promotore di raccolta fondi a tutela della salute e dell'ambiente, nato in seno al QRE, ha anche un ulteriore obiettivo: manifestare ancora una volta il dissenso verso la costruzione dell'ecodistretto per dimostrare che "A Rocca Cencia c'è un tesoro nascosto". E' prevista la partecipazione di rappresentanti politici del Movimento Cinque Stelle: "Per una volta è la politica a venire dai cittadini e non i cittadini a cercare la politica", fanno sapere dal comitato. 

LA NASCITA DEL PROGETTO - Era il dicembre dello scorso anno quando il QRE, quartieri riuniti in evoluzione, ha compiuto il primo passo per la costituzione del parco nazionale dell'agro romano, con lo scopo di salvaguardare il patrimonio storico-archeologico e ambientale del Municipio Roma VI delle Torri. Nel gennaio del 2016 poi l'atto fondativo del parco. A seguire anche la costituzione del comitato tecnico-scientifico e la consegna dell'intera documentazione al Ministero dell'Ambiente. Mesi di intenso lavoro da parte del Qre che nella giornata di domenica, appunto, presenta il progetto ai cittadini, ricordando anche "le vittorie" realizzate contro la costruzione dell'ecodistretto. 

L'EVENTO - Alle ore 9.30 i partecipanti si ritroveranno in via di Rocca Cencia, al civico 301. Da qui, avrà inizio una passeggiata lungo la via Prenestina fino all'arrivo dinanzi al patrimonio archeologico dell'antica città di Gabii. Nei giorni scorsi, il comitato aveva fatto richiesta di apertura dell'area alla soprintendenza che però resterà chiusa per l'occasione a causa di mancanza del personale. Qui ci sarà un eco aperitivo con prodotti tipici locali per finanziare il progetto del parco. 

A raccontare l'idea della presentazione del progetto del parco nazionale dell'agro romano è Katia Ziantoni, presidente del comitato promotore di raccolta fondi a tutela della salute e dell'ambiente. 

"L'idea nasce dalle battaglie dell'ecodistretto e del Punto Verde Qualità per disegnare un parco nazionale che abbraccia tutto il VI municipio e arriva fino a Palestrina - spiega - Al suo interno avremo percorsi naturali e archeologici, spazi verdi attrezzati, aree per i più piccoli, punti ristoro e una nuova visione del ciclo dei rifiuti che chiede la chiusura degli attuali impianti e lo sviluppo di una gestione sostenibile dei rifiuti". Poi aggiunge: "L’aria sta finalmente cambiando. L'alternativa ai grandi impianti esiste ed è necessaria perché non ci siano più Rocca Cencia o Malagrotta". 

E sulla partecipazione del candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle, Virginia Raggi, Katia Ziantoni dichiara: "Abbiamo contattto tutti i candidati sindaco di Roma per fare in modo che prendessero l'impegno di sostenere il parco e la riqualificazione del quadrante ma solo il Movimento Cinque Stelle ha risposto al nostro invito, così - continua - domenica presenteremo il progetto e lo faremo con tutti gli altri candidati sindaco che ci metteranno la faccia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rocca Cencia vuole il parco dell'Agro Romano: la battaglia parte dall'antica Gabii

RomaToday è in caricamento