rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Castelverde Castelverde / Via di San Vittorino

San Vittorino: ancora blocchi di cemento sulla via principale, residenti ostaggio di un semaforo mobile

Il restringimento della carreggiata e il posizionamento del semaforo creano lunghe cose e i bus si incastrano

Quando i massi si sono staccati dal costone e sulla strada sono stati posizionati blocchi di cemento nessuno immaginava che il restringimento della carreggiata potesse durare mesi. E invece, in via di San Vittorino, nell’omonimo quartiere della periferia est del sesto municipio i lavori sono ancora al palo e la soluzione sempre più lontana. Il tratto di strada è di competenza di Città metropolitana.

“Se non ci sarà nessun intervento, il prossimo primo gennaio festeggeremo il compleanno dei blocchi” hanno spiegato i residenti di San Vittorino amareggiati da quanto sta avvenendo sulla strada principale che come unica via d’uscita dal quartiere è diventata una spina nel fianco per gli automobilisti. Con la caduta dei massi e il posizionamento dei blocchi di cemento, è stato necessario installare un semaforo mobile per regolare il flusso di auto e bus lungo la strada. Succede però che i bus procedendo in senso opposto non di rado restano incastrati generando il blocco della strada. “Residenti agli arresti domiciliari” aveva commentato Dario Nanni, consigliere gruppo Misto, lo scorso agosto sollevando la problematica.

Dal municipio hanno spiegato che via di San Vittorino è competenza di Città metropolitana a cui sono stati inviati diversi solleciti. Intanto i disagi a San Vittorino continuano. “In quartiere anche i mezzi pubblici viaggiano in modo arbitrario senza seguire alcun orario – ha detto Daniele, un residente – Siamo ancora in attesa dell’apertura di spazi comunali e la sistemazione delle strade”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Vittorino: ancora blocchi di cemento sulla via principale, residenti ostaggio di un semaforo mobile

RomaToday è in caricamento