Castelverde Ponte di Nona / Via Madre Teresa Napoli

Castelverde B4, l’ascensore c’è ma non è attivo: “Io disabile, fatico a uscire di casa”

Tante le richieste inviate al Comune ma nessuna risposta è giunta alla famiglia di Francesco

Francesco ha quarant’anni e dal 2006 abita in via Madre Teresa Napoli, nel piano di zona Castelverde B4, periferia estrema di Roma Est. Da qualche tempo ha scoperto di essere affetto da sclerosi multipla, una malattia degenerativa che gli rende sempre più difficile I movimenti quotidiani e percorrere le scale è ormai anche doloroso. “Ho anche un tutore, l’ascensore sarebbe per me una salvazza” ha detto al nostro giornale. E invece il Comune, proprietario degli immobili fino al rogito, è sordo alle richieste di Francesco e della sua famiglia.

Le famiglie che abitano nelle palazzine del piano di zona di Castelverde B4, vittime di una lunga vicenda giudiziaria e in attesa di giustizia, non sono ancora proprietarie degli appartamenti poiché non è ancora possibile rogitare: fino a quel momento è il Comune l’unico proprietario delle case. E in attesa che vengano realizzati gli interventi urbanistici per dare dignità all’esistenza quotidiana di decine di persone, gli unici traguardi sono stati raggiunti con la tenacia e la determinazione dei cittadini. É il caso dell’attivazione dell’acqua potabile, già perché le famiglie hanno utilizzato per anni acqua di pozzo fino alla strenua battaglia che li ha visti vincitori a pochi mesi dallo scoppio della pandemia.

E la vicenda della mancata attivazione dell’ascensore non si discosta poi molto dalla battaglia di civiltà già condotta in passato. In altre parole, l’ascensore è presente all’interno della palazzina e perché possa funzionare è necessario effettuare interventi di manutenzione e collegarlo alla cabina elettrica. Ma nulla, dal Comune nessun intervento e nessuna risposta a Francesco. “Nessuno ha mai risposto alle mie segnalazioni, alle mie richieste, ho presentato un’istanza per avere un parcheggio disabili sotto casa e non ho avuto riscontro”. “Saremo sempre dalla parte del giusto e continueremo  a batterci perché I diritti vengano rispettati” ha commentato Giusy Rotunno, residente.

A chiedere interventi al Comune anche Francesco Figliomeni, capogruppo di Fratelli d’Italia in Campidoglio che ha protocollato una richiesta urgente per l’attivazione dell’ascensore, specificando: “Si rammenta che è un dovere dell’amministrazione intervenire per tutelare le fasce più deboli della cittadinanza affinché non siano discriminate ma siano alleviate le già pesanti difficoltà in cui sono costretti a vivere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelverde B4, l’ascensore c’è ma non è attivo: “Io disabile, fatico a uscire di casa”

RomaToday è in caricamento