Sabato, 31 Luglio 2021
Castelverde Borgo / Via della Stazione di San Pietro, 14

Lunghezzina: due anni di nulla, allo sfalcio ci pensano i cittadini

Le operazioni per ripristinare il decoro e la sicurezza

Foto di Flavio Mancini

Il tempo dell’attesa è finito: allo sfalcio della ‘giungla’ dell’area intorno alla scuola di via Monte Michelangelo a Lunghezzina ci hanno pensato i cittadini, a loro spese. “La promessa di pulizia è stata disattesa, abbiamo deciso di fare da soli” ha spiegato al nostro giornale Flavio Mancini, cittadino del sesto municipio e membro del Comitato Periferie Roma Est.

Le prime istanze di intervento risalgono a due anni fa quando i residenti della zona hanno iniziato a chiedere l’apertura della struttura ultimata da circa un decennio e mai aperta. La scuola è stata spesso oggetto di atti vandalici e tentativi di occupazione che hanno generato timori anche tra le famiglie che abitano la zona e che più volte hanno chiesto soluzioni, anche attraverso le pagine di Roma Today.

Nei mesi scorsi, anche la consigliera comunale Svetlana Celli si è mobilitata per chiedere interventi organizzando un flash mob davanti alla struttura. Nulla di fatto: la vegetazione ha continuato ad aumentare. Per scongiurare il pericolo degli incendi e per arginare la presenza di animali, soprattutto di rettili, i cittadini si sono rimboccati le maniche e hanno sfalciato la ‘giungla’.  

“Con la collaborazione di un residente in possesso di un mezzo idoneo, si è deciso insieme agli abitanti della via di far pulire l’area – ha concluso Mancini – Sicurezza e decoro sono garantite ora ma solo grazie ai cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lunghezzina: due anni di nulla, allo sfalcio ci pensano i cittadini

RomaToday è in caricamento