menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Lunghezzina, dal Comune: “Completiamo la scuola di via Monte Michelangelo”

Nei giorni scorsi la commissione lavori pubblici del Campidoglio ha spiegato i passi da compiere per l’apertura del plesso. Intanto il comitato: “Chiediamo almeno la bonifica dell’area”

La struttura della scuola di via Monte Michelangelo, a Lunghezzina, periferia del sesto municipio, è stata realizzata nel 2010 ma da quell’anno non è mai stata aperta. L’edificio, inoltre, proprio perché non subisce nessuna manutenzione, è finito progressivamente nel degrado. Dal comitato Periferie Roma Est la richiesta di rendere fruibili i locali e nell’attesa che ciò avvenga chiede la messa in sicurezza dell’area circostante. Dalla commissione lavori pubblici del Campidoglio, intanto, l’annuncio: “Sarà dunque L'Amministrazione, in danno, a completare il plesso scolastico e le opere accessorie”.

Nei giorni scorsi, a seguito di richieste della consigliera capitolina Svetlana Celli che da tempo aveva chiesto attenzione sulla struttura finita nell’abbandono, è stata convocata in Comune la commissione lavori pubblici. A spiegare quanto accaduto fino ad ora e quali saranno i prossimi step che il Comune metterà in campo è Carlo Maria Chiossi, consigliere pentastellato e presidente della commissione lavori pubblici: “La procedura espropriativa dei terreni, mai avviata, ha inficiato non solo il completamento della scuola, oggetto purtroppo di atti vandalici, e delle opere accessorie, ma anche della realizzazione del parcheggio vicino allo svincolo dell'A24 e della vasca di raccolta delle acque”.

In un post pubblicato su FB il pentastellato ha aggiunto: “Gli uffici hanno avviato la procedura di escussione della polizza fideiussoria. Sarà dunque L'Amministrazione, in danno, a completare il plesso scolastico e le opere accessorie. È pronto il progetto dell'allaccio della fognatura sulla base delle prescrizioni fornite da Acea e Dipartimento SIMU, ma manca il progetto dell'accesso alternativo da via Lunghezzina”. In attesa che ciò avvenga, Flavio Mancini del comitato Periferie Roma Est ha commentato: “Chiediamo bonifica e pulizia dell’area affinché venga ripristinata la sicurezza, i cittadini che vivono nelle immediate vicinanze della struttura lo meritano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento