rotate-mobile
Castelverde Colle Prenestino / Via Prenestina

A Gabii "100 panchine per Roma"

E’ stata inaugurata domenica l’installazione temporanea al parco archeologico del sesto municipio

Cento panchine realizzate in plastica riciclata sono state utilizzate per realizzare il simbolo del Terzo Paradiso dell’artista Michelangelo Pistoletto, vincitore del Leone d’oro alla Carriera alla Biennale di Venezia.  L’installazione è avvenuta all’interno del Parco archeologico di Gabii ma verrà trasferita al Parco di Villa Borghese e poi donata alla città di Roma. L’inaugurazione nella giornata di domenica 23 maggio.

L’installazione rientra nell’ambito di un progetto di attivazione sociale nato nel contesto del Rebirth Forum Roma 2019 e sviluppato da Cittadellarte - Fondazione Pistoletto che ha visto la collaborazione del VI Municipio di Roma Capitale, la sponsorizzazione di ENEL e la partnership di Preco System Srl fornitrice delle panchine, nonché società leader nazionale nella realizzazione e produzione di arredi e componenti per outdoor in plastica al 100% riciclata Hanit.

Dopo una prima installazione del Terzo Paradiso a Gabii nell’ambito della manifestazione ‘IPER - Festival delle Periferie’, una seconda installazione avverrà presso il Parco di Villa Borghese all’interno della seconda edizione di ‘Back to Nature. Arte Contemporanea a Villa Borghese’ e la successiva donazione delle panchine alla città di Roma per la dislocazione definitiva presso scuole altri luoghi di socialità ove proporre iniziative di educazione civica e cittadinanza attiva. Obiettivo del progetto è generare un impatto sociale e culturale sul territorio in un’ottica di sostenibilità ed ecologia attraverso l’arte contemporanea.

Aver utilizzato il simbolo del Terzo Paradiso risponde ad un preciso messaggio che si intende veicolare e che emerge dalle parole dello stesso Michelangelo Pistoletto: “È la fusione fra il primo e il secondo paradiso. Il primo è quello in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura. Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana, fino alle dimensioni globali raggiunte oggi con la scienza e la tecnologia. Il Terzo Paradiso è la terza fase dell’umanità, che si realizza nella connessione equilibrata tra l’artificio e la natura”.  A fornire e realizzare le panchine oggetto dell’installazione è stata Preco System Srl, che da oltre 20 anni ha sposato i concetti di ecologia e sostenibilità, tanto nel processo produttivo, quanto nel prodotto finito.“La nostra è una fra le poche europee che riesce a recuperare, riciclare e riutilizzare la plastica post consumo da raccolta differenziata” hanno commentato da Preco.


“Col termine della posa in opera delle 100 panchine si chiude un ciclo di quattro anni di duro lavoro finalizzato anche a far conoscere ai cittadini di Roma, e non solo, che qui, un tempo, esisteva una città pre-romana: Gabii” è stato il commento di Roberto Romanella, presidente del sesto municipio. “Questo progetto arriva alla fase di realizzazione grazie ad una serie di collaborazioni in campo culturale messe in atto durante l’ultimo quadriennio, prime fra tutte con il Museo delle Periferie e il MACRO – ha fatto eco Alessandro Marco Gisonda – vicepresidente e Assessore a Scuola, Cultura, Sport Politiche giovanili, Turismo e Beni archeologici del VI Municipio di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Gabii "100 panchine per Roma"

RomaToday è in caricamento