menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza scuole, da Castelverde l'appello alla Raggi: "Cara sindaca, intervenga per ritornare alla normalità"

La lettera è stata inviata alla sindaca di Roma e al Prefetto. Intanto il comitato di quartiere ha indetto un'assemblea pubblica per concordare con i cittadini

“Quest’anno il ripetersi dell’esclusione di altri 50 bambini della classe prima della primaria sta creando nel quartiere uno stato di tensione non gestibile. Ad essi si aggiungono i circa 200 bambini esclusi dalla materna e i 130 sistemati in spazi inidonei nelle medie. Il prossimo anno poi in queste ultime non troveranno posto molti dei bambini provenienti dallo stesso istituto comprensivo di Castelverde”.

Un appello accorato dal quartiere Castelverde alla sindaca Raggi che ha racchiuso tutto il disagio vissuto da genitori e bambini. Già durante lo scorso anno sempre qui a Castelverde, 71 bambini sono rimasti fuori dalla graduatoria. Una protesta estrema da parte delle mamme, come quella di incatenarsi ai cancelli dell’istituto di via Massa San Giuliano, ha avviato una serie di incontri e interessamenti da parte delle istituzioni che ha portato poi alla “costruzione di altre tre aule” all’interno dello stesso plesso. Ma come un orologio svizzero, qui a Roma Est, l’emergenza scuole torna imperante tutti gli anni.

“Ho iscritto mia figlia alla classe prima della scuola primaria di Castelverde ma mi hanno detto che è rimasta fuori dal bacino di utenza – ha spiegato Patrizia Orecchia, una mamma di Lunghezzina – così l’ho iscritta alla scuola Martelli di Lunghezza”. E qui ha commentato: “Mi è stata inviata una mail in cui mi è stato detto che mia figlia sarebbe stata accettata, dopo qualche giorno sono stata convocata ad una riunione alla scuola Prampolini di Ponte di Nona” dove ha trovato un’amara sorpresa. “Durante l’incontro è stato riferito che l’accettazione era in bilico in quanto prima di maggio non si sa se la proposta della preside di formare una nuova classe verrà accettata”. E qui è nato un altro problema: “Le richieste di iscrizioni per usufruire del servizio scuolabus scadono a marzo, come faccio se prima di maggio non saprò quale scuola mia figlia potrà frequentare?”.

Intanto, il comitato di quartiere di Castelverde ha indetto un’assemblea pubblica per concordare con tutte le persone coinvolte nel disagio proposte e forme di mobilitazione che si svolgerà il giorno 6 marzo alle ore 20.00 presso la sala parrocchiale.
Raggiunto dalla redazione di Roma Today, il presidente della commissione lavori pubblici, Giuseppe Agnini ha voluto precisare: “L’emergenza scuola è una priorità assoluta a cui stiamo lavorando, abbiamo già dato mandato agli uffici tecnici di capire come intervenire sulle strutture già esistenti per ricavare nuove aule e presso i dipartimenti per sbloccare i progetti legati a costruzioni finite e mai aperte”.
Nella mattina di venerdì 24 febbraio anche una commissione congiunta scuola, lavori pubblici per discutere della problematica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento