Domenica, 19 Settembre 2021
Castelverde Castelverde / Via Sant'Elpidio a Mare

Prima l'esposto, poi il fai da te: a Corcolle le buche le chiudono i residenti

Nella mattina di oggi, residenti e comitato di quartiere, hanno provveduto alla chiusura delle buche in alcune strade di Corcolle

Prima un esposto agli organi preposti poi il fai da te. Succede a Corcolle, uno dei quartieri martoriati dalle buche del Municipio Roma VI. Sempre più esasperati, residenti e membri del comitato di quartiere "Giardini di Corcolle", nella mattina di oggi sono scesi in strada e muniti di zappe e bitume hanno chiuso le buche pericolose che oltre a creare intralcio alla circolazione, hanno creato disagio ai pedoni.

L'ESPOSTO - Non è la prima volta. Già nei giorni scorsi, il comitato di quartiere si è rimboccato le maniche e ha provveduto da solo alla chiusura delle buche, nonostante diverse segnalazioni effettuate presso i locali di viale Cambellotti. Durante la scorsa settimana, infatti, sempre dal comitato anche un ultimatum: "Se non otteniamo risposte faremo un esposto alla Procura". E così è stato. Destinatari della lettera, oltre il commissario Tronca e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, anche il comando di polizia municipale Roma VI e il Prefetto Franco Gabrielli. Nell'esposto il comitato chiede, quindi, la messa in sicurezza di alcune tra strade più danneggiate del quartiere.

GLI INTERVENTI FAI DA TE - Diverse le strade oggetto di intervento da parte dei residenti. Via Sant'Elpidio a Mare, nel tratto compreso tra via Acqualagna e via Monteprandone, poi ancora su via Matelica tra le vie Polense e Folignano. La chiusura delle buche è stata effettuata anche in via Lunghezzina, via Castel di Lama, via Cantiano, via Saltara e via Petriolo.

"Gli interventi di questa mattina sono stati possibili grazie al supporto di un residente del quartiere Massimiliano Tamburrini - spiega Emilio Tora dal comitato - che a messo a disposizione del quartiere il camion e la segnaletica stradale". 

"Continuiamo con il fai da te - dichiara Pierluigi Iacone, presidente del comitato Giardini di Corcolle - le buche erano troppo pericolose, aspettare ancora significava mettere a rischio l'incolumità dei cittadini". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima l'esposto, poi il fai da te: a Corcolle le buche le chiudono i residenti

RomaToday è in caricamento