rotate-mobile
Castelverde Borghesiana / Via di Rocca Cencia

Tmb Rocca Cencia, l'assessora Ziantoni spiega l'assenza all'incontro con Montanari e tira in ballo la Regione

La convocazione è arrivata il lunedì per l'incontro di mercoledì

Nessuno del Municipio Roma VI (tra presidente, assessori o consiglieri) ha risposto all’invito dell’assessora capitolina Pinuccia Montanari per discutere sull’impianto Ama di Rocca Cencia. La convocazione, fissata per il pomeriggio di mercoledì 10 ottobre, era rivolta anche al presidente del III Municipio e all’assessore all’ambiente del parlamentino di piazza Sempione poiché sul tavolo c’era anche il TMB Salario. Loro hanno risposto alla chiamata. Un’assenza, quella della giunta Romanella, apparsa strana considerate le rimostranze, le proteste e le petizioni che negli anni gli attivisti prima e gli eletti poi del Movimento Cinque Stelle hanno portato avanti. A Roma Today, l’assessora all’ambiente Katia Ziantoni ha motivato così l’assenza: “Non siamo riusciti a rimandare gli impegni presi nei giorni precedenti in tema di bilancio e mobilità”.

Facciamo un passo indietro. La convocazione che ha per oggetto “Monitoraggio odori TMB Salario e Rocca Cencia”, viene inviata nella giornata di lunedì. Oltre i referenti municipali la delegata all’ambiente di Palazzo Senatorio ha convocato anche Arpa e il Dipartimento di competenza. A sollevare la polemica sull’assenza dei titolati al VI Municipio il consigliere del gruppo Misto Dario Nanni (qui la polemica). E anche a lui Ziantoni ha precisato attraverso le nostre pagine: “In risposta alle dichiarazioni di Dario Nanni faccio presente che in un precedente incontro con la Montanari e, prima della presentazione ufficiale con AMA ci era stato già presentato il piano di monitoraggio, chiesto con forza dal Municipio VI con un atto di Consiglio votato un anno fa. Nella stessa nota abbiamo ribadito non solo l’esigenza di accelerare sul monitoraggio che i cittadini chiedono ormai da anni, ma la posizione del Municipio VI sul TMB di Rocca Cencia”. 

L’impegno dei grillini sulla chiusura dell’impianto entro il 2019 è stato confermato con una precisazione: “E’ chiaro che noi possiamo decidere sull’impianto pubblico ma a Rocca Cencia ci sono altri due impianti per i quali la Regione deve intervenire attraverso il piano dei rifiuti”.

Ziantoni ha poi sottolineato: “Il nostro impegno nei confronti dei cittadini non si ferma all’interno degli incontri comunali – ha aggiunto la delegata all’ambiente di viale Cambellotti - La situazione ambientale di Rocca Cencia, infatti è stata sollevata da sempre a tutti i livelli, anche regionali affinché si avviasse un monitoraggio scientifico e si dessero risposte a un disagio con cui i cittadini sono costretti a convivere ogni giorno”.

Nel frattempo nella mattina di sabato, alla Collina della Pace di Finocchio, si è svolta una manifestazione alla quale hanno partecipato cittadini e associazioni per chiedere a gran voce proprio la chiusura dell'impianto di Rocca Cencia. 

"Quella che è stata un'iniziativa spontanea di cittadini e associazioni del territorio aperta a tutti coloro che vogliono sostenere e condividere questa battaglia, ha visto l'assenza planetaria di tutti gli esponenti del Movimento 5 Stelle. "Mi auguro - Ad afferma in una nota Dario Nanni Capogruppo del Gruppo Misto in VI Municipio  - che giovedì durante il Consiglio che è stato convocato e che vedrà tra gli atti da discutere la mozione che ho presentato per istituire un osservatorio su Rocca Cencia, i rappresentanti del Movimento 5 Stelle con uno scatto d'orgoglio sostengano questa richiesta e si inizi a lavorare tutti insieme per rendere migliori, più sani e più sicuri i nostri territori". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tmb Rocca Cencia, l'assessora Ziantoni spiega l'assenza all'incontro con Montanari e tira in ballo la Regione

RomaToday è in caricamento