TorriToday

A Castelverde nasce il comitato dei giovani: “Vogliamo provare a cambiare le cose”

Cinquanta giovani del quartiere hanno deciso che spetta anche e soprattutto a loro cambiare le cose e ci stanno provando con forza e determinazione

Hanno idee, ambizioni, progetti e soprattutto la voglia di restare qui a Castelverde. Sono i giovani del quartiere che da qualche tempo hanno fondato un nuovo comitato all’interno di quello cittadino già esistente da anni. E’ Fabrizio, uno dei responsabili, a raccontare cosa li ha spinti a fondare il gruppo e quali sono i sogni e gli obiettivi che i giovani di Castelverde intendono realizzare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cinquanta giovani, le loro idee e la voglia di cambiare le cose

“E’ vero, viviamo in periferia ma anche qui è Roma”. Ha esordito così Fabrizio, deciso e determinato, lui che alla soglia dei 30 anni ha rinunciato alla possibilità di vivere e lavorare all’estero per tornare a Castelverde e “provare a cambiare le cose”. E un punto di partenza c’è: il gruppo dei giovani. “Siamo circa cinquanta ragazzi – ha raccontato ancora Fabrizio – ci incontriamo tutte le settimane, in genere il lunedì, e mettiamo insieme le nostre idee”. #escileidee è il titolo dell’iniziativa messa in campo di recente: “Ci siamo riuniti – ha spiegato Fabrizio – abbiamo scritto e raccolto tutte le idee e poi le abbiamo lette. Cosa è venuto fuori? Che ci sono delle esigenze su cui lavoreremo”. Tra queste una su tutte: “La nostra zona non è servita da autobus notturni e questo ci penalizza, siamo in tanti ma non abbiamo libertà di muoverci”. E tra gli obiettivi del gruppo uno in particolare è più nobile degli altri: “Vogliamo portare i ragazzi a confrontarsi in strada, tra la gente – ha proseguito Fabrizio – oggi i giovani si eclissano sempre a causa dei social, ecco noi vorremmo che questo non avvenisse e che la coscienza critica di ognuno emergesse per rendere il nostro paese un posto migliore".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento