Torri Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

Caos Municipio delle Torri: "Il Pd di Migliore e Orfini vota contro il sindaco Marino e la sua giunta"

Carmine Giammarini, capogruppo Pd al Municipio VI: "E' paradossale quanto stiamo vivendo nel Municipio VI a causa della dissennata gestione del Partito da parte dei Commissari Orfini e Migliore. Dobbiamo assistere alle assurde richieste dittatoriali e prive di qualsivoglia motivazione, di dimissioni"

Continua la guerra fredda nelle stanze del Municipio delle Torri, in primis, e nei salotti del partito democratico, poi. Una 'battaglia' fatta di diktat e niet, di dissidenti e fedelissimi, dove il partito democratico, quello che per antonomasia non dovrebbe rappresentare una dittatura, ha due capigruppo, uno ufficiale ma riconosciuto solo dai fedelissimi e l'altro, ufficioso, per ora, riconosciuto solo dal partito commissariato. Alla base di uno scenario politico così controverso la richiesta di dimissioni, a mezzo stampa, che il commissario Matteo Orfini ha avanzato a Marco Scipioni, minisindaco al VI che non solo a dimettersi non ci pensa proprio ma lancia anche proclami sui due anni di amministrazione condotti fino ad ora.

Intanto, tra mozione di sfiducia 'imposta' dall'alto e dimissioni di vario grado, c'è chi attacca la 'dissennata gestione del partito da parte dei commissari Orfini e Migliore'. E' Carmine Giammarini, attualmente, capogruppo del Pd al consiglio municipale, che dichiara: "E’ paradossale quanto stiamo vivendo nel Municipio VI a causa della dissennata gestione del Partito da parte dei Commissari Orfini e Migliore. Noi che siamo i consiglieri eletti dal Partito Democratico in una maggioranza sostenuta dopo aver vinto le primarie e aver vinto le elezioni, dobbiamo assistere alle assurde richieste dittatoriali e prive di qualsivoglia motivazione, di dimissioni".

Inoltre, Il capogruppo, quello dei fedelissimi del minisindaco, aggiunge: "Noi, vorremmo sottolineare, siamo in primis obbligati a rispettare il mandato dei cittadini poiche’ garanzia del risultato elettorale. Le elezioni non sono chiacchiere e forse chi è nominato non lo sa. Si tratta di atti ufficiali coperti dalla più rigida garanzia istituzionale proprio perchè in attuazione della Costituzione che è nata dopo il fascismo contro la dittatura".

Ricorre, quindi, ad una rievocazione storica per sbrogliare la matassa. E a proposito di dittatura, continua: "E invece assistiamo a comportamenti dittatoriali proprio nel nostro partito che è depositario della tradizione antifascista. Un diktat pesante quello che Orfini e Migliore hanno imposto ad alcuni di noi, e al quale noi ci ribelliamo e ci ribelleremo sempre perchè di sopruso vero e proprio si tratta. E del quale vogliamo informare i garanti del nostro partito a tutti i livelli". 

E, anche se sembra 'distratto' o forse non lo scalfisce la nomina/elezione di Angelucci da parte di Migliore a nuovo capogruppo, Giammarini è invece attento a quanto succede in Campidoglio. "Oggi, peraltro è scesa la goccia che ha fatto traboccare il vaso. I consiglieri del partito vicini ad Orfini e Migliore si sono schierati apertamente contro l’amministrazione Marino non votando favorevolmente le delibere di parere giunte dal Campidoglio". Giammarini poi prosegue: "Siamo dunque costretti a denunciare pubblicamente questo accadimento poiché non ci si puo’ far eleggere dai cittadini per sostenere una maggioranza per poi di fatto abbandonare la posizione grazie a diktat calati dall’alto, senza operare alcuna analisi delle questioni ma obbedendo ad una imposizione irrazionale legata soltanto a problematiche di convenienze di gruppi di potere sconfitti nelle precedenti elezioni - e qui un attacco preciso - i quali sono ancora in attesa di giudizio presso i garanti del partito romano per aver votato contro il PD".

Infine, il capogruppo del pd al Municipio delle Torri, conclude: "Il problema è ora sotto gli occhi di tutti e in primis sotto lo sguardo del Sindaco Marino che vede i suoi consiglieri voltargli le spalle. Io, parlando a nome dei consiglieri del PD del VI municipio, sostengo il mio Sindaco e il suo operato. Chi è con Orfini e Migliore invece gli vota contro. Questi sono fatti e non chiacchiere. E di altri fatti e non chiacchiere informeremo i garanti del partito”. Chissà se anche questa informazione sarà data a mezzo stampa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos Municipio delle Torri: "Il Pd di Migliore e Orfini vota contro il sindaco Marino e la sua giunta"

RomaToday è in caricamento