Borghesiana Pigneto / Via Casilina, 200

Torri: si avvicina la data di riapertura, ma nei centri anziani manca anche la manutenzione

Nella mattina di martedì la commissione politiche sociali

La data di riapertura si avvicina ma le strutture dei centri anziani non sono ancora ‘equipaggiate’ per affrontare i prossimi mesi: dotati di taniche di gel disinfettante ma sprovvisti di dosatori, guanti e mascherine. “Come al solito la maggioranza si è dimostrata incompetente, la riapertura è solo sulla carta, nessuna programmazione o linee guida che possano consentire ai presidenti dei centri di collaborare” ha commentato Pamela Strippoli, capogruppo Lega in consiglio e membro della commissione politiche sociali.

Sono 13 i centri anziani presenti sul territorio del sesto municipio che, come da ordinanza comunale, potranno riaprire le porte ai loro tesserati a partire dal primo luglio. L’annuncio, diffuso dal Campidoglio nelle scorse settimane, riguarda le 150 strutture CSA di Roma. “In base alla normativa nazionale abbiamo voluto dare un impulso ai Municipi perché pongano in essere le azioni necessarie alla riapertura in sicurezza di queste strutture, sempre nell’assoluto rispetto delle misure di prevenzione prevista” aveva commentato la sindaca firmando l’ordinanza. Già perché come ha ricordato anche Strippoli “È nei mesi estivi che gli anziani hanno più bisogno di centri di aggregazione e compagnia”.

Nella mattina di martedì, la commissione politiche sociali del municipio VI ha ospitato i presidenti dei centri anziani per discutere di interventi e soluzioni rispetto alla prossima apertura del primo luglio. “A Borghesiana manca soprattutto la manutenzione alla nostra struttura – ha spiegato Michele Valeriotti, presidente del CSA – La guaina deteriorata ha causato anche l’allagamento di alcuni locali, non abbiamo la caldaia da tre anni e da otto anni siamo senza condizionatori, in passato abbiamo portato i ventilatori da casa. I dosatori del gel e le mascherine sono l'ultimo dei problemi, mancano prima di tutto i lavori, annunciati a gennaio e non ancora realizzati. Ci sentiamo presi in giro da chi governa". I nonni di Borghesiana, da qualche giorno, praticano ginnastica all’aperto nel parco, con attività gratuite offerte da ANCS, in attesa di avere degli ambienti confortevoli e in sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torri: si avvicina la data di riapertura, ma nei centri anziani manca anche la manutenzione

RomaToday è in caricamento