TorriToday

Nasce Egualmente, la nuova realtà che vuole superare le diversità alle Torri

Tra gli obiettivi futuri l'apertura di uno spazio LGBT

Mirko, Elena, Eleonora e Giulia hanno molto in comune: sono quattro amici, studenti universitari, vivono sparsi sul territorio del Municipio Roma VI delle Torri ma soprattutto hanno un obiettivo che li unisce. “Tutti abbiamo gli stessi valori ma anche delle differenze che possono diventare una ricchezza”: è questa la loro filosofia, il pensiero che li ha spinti a formare un vero. È da qui che nasce “Egualmente”, la nuova realtà associativa impegnata tra Borghesiana e Castelverde ma anche in altri quartieri del Municipio. 

A raccontare la storia di Egualmente è Mirko, il più grande dei quattro, laureato in storia: “Abbiamo avviato una raccolta firme per portare la nostra solidarietà alla bibliotecaria di Todi di Fabiola, perché rimossa dal suo ruolo in seguito ad una vicenda di censura e oscurantismo”. Le firme sono state raccolte all’interno di alcune biblioteche del territorio tra cui Collina della Pace, che rappresenta in un certo senso il “quartier generale” di Egualmente. Non hanno per ora una sede fisica ma il loro impegno è già molto significativo. A partire da settembre hanno dato il via ad una serie di iniziative come “L’aperitivo della Pace che è stato molto partecipato” ha spiegato Mirko.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La nostra intenzione è quella di lavorare per “superare le diversità, scongiurare i conflitti grazie alla conoscenza in un territorio che negli ultimi tempi preoccupa molto da questo punto di vista”. Tra le finalità di Egualmente anche l’apertura di spazi virtuali prima e fisici poi dove poter discutere di differenze e di aprire una sede di LGBT: “Perché non è presente sul territorio – ha fatto eco Eleonora – e perché è giusto che ci sia un luogo di confronto, un posto sicuro dove potersi raccontare”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento