rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Borghesiana Borghesiana / Via Borghesiana

Collina della Pace: ecco il primo murales 'antimafia' della Capitale

L'evento è stato organizzato dall'Associazione daSud, in collaborazione con l'assessorato allo Sviluppo delle Periferie di Roma Capitale e l'Associazione 'Collina della Pace'

Taglio del nastro per il primo murales antimafia della Capitale, inaugurato ieri alla Collina della Pace, bene confiscato alla Banda della Magliana. L'evento è stato organizzato dall'Associazione daSud in occasione dell’ultima tappa romana della sua Lunga Marcia della Memoria dal titolo "Mammamafia. Il welfare te lo paghiamo noi". 

Hanno collaborato l’assessorato allo Sviluppo delle Periferie di Roma Capitale e l'Associazione 'Collina della Pace'. A realizzare il murales lo street artist David Vecchiato in arte Diavù, coordinatore del Museo di Urban Art di Roma.

“Con l'arte abbiamo voluto rompere l'omertà della convenienza che a Roma inquina l'economia e dire che i clan creano consenso sociale offrendo welfare e servizi – ha dichiarato la presidente di daSud, Cinzia Paolillo – ma anche rinfrescare la memoria a quanti sottovalutano la capillarità del sistema mafioso che abbiamo raccontato nel nostro ultimo e-book 'Mammamafia'. Non a caso abbiamo provocatoriamente intitolato questa tappa 'Lo sanno anche i muri'”.

Presente all'inaugurazione del murales, Paolo Masini, assessore allo Sviluppo delle Periferie e Celeste Costantino, deputata, già portavoce di daSud, segretaria della delegazione italiana al Consiglio d’Europa. 

“Una giornata importante per la nostra città. Grazie al murales di Diavù, una nuova tappa del percorso di riqualificazione che stiamo portando avanti nelle periferie con la street art, si testimonia l’impegno di Roma Capitale per la legalità. 

Assieme a daSud, colorando un muro, costruiamo simbolicamente un altro muro, in senso buono: un argine di arte e cultura contro tutte le mafie, che è anche un ponte verso tutte le realtà sane del nostro territorio – dichiara Masini - dopo l’estate, a pochi metri da questo murales aprirà il centro polifunzionale di Collina della Pace, un'opera che abbiamo fatto ripartire sbloccando i fondi a febbraio, destinata a diventare grazie alla mediateca e alle altre strutture, tutte ecosostenibili ed energeticamente efficienti, un nuovo importante presìdio delle nostre periferie” . 

Murales antimafia alla Collina della Pace

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collina della Pace: ecco il primo murales 'antimafia' della Capitale

RomaToday è in caricamento