Lunedì, 18 Ottobre 2021
Borghesiana Borghesiana / Via di Rocca Cencia

"Living Togheter, non muri ma ponti", cinque artisti disabili collegano la periferia al centro della città

Una mostra all'insegna della solidarietà, cinque opere realizzate da artisti disabili del laboratorio di arte sperimentale promosso dalla comunità di Sant'Egidio a Tor Bella Monaca

“Perché le persone considerate marginali sono persone a tutti gli effetti così come i ragazzi di periferia possono essere promotori del cambiamento della città”. E’ questa la mission che la mostra dal titolo “Living Together non muri ma ponti” si è proposta di realizzare, partendo appunto da una biblioteca di periferia, quella di Borghesiana. In mostra opere realizzati da artisti disabili del laboratorio di arte sperimentale promosso dalla comunità di Sant’Egidio a Tor Bella Monaca. Qui alla biblioteca Elisa sono stati oltre 200 gli alunni della scuola Motta Camastra a visionare le opere.

A raccontare come e perché è nata l’idea della mostra è stato Alessandro Iannamorelli, giovane per la pace della comunità di Sant’Egidio.“Da un anno e mezzo, insieme ad altri ragazzi della comunità, svolgiamo attività di doposcuola – ha esordito – e l’idea è nata proprio da qui, far conoscere meglio il territorio ai ragazzi anche avvicinandoli al tema della solidarietà cosa che abbiamo fatto anche con le visite agli anziani nella vicina clinica di via di Rocca Cencia”.

Sulla precisione della mostra che si è tenuta per l’intera settimana, ha puntualizzato: “Abbiamo esposto cinque opere, realizzate da artisti disabili del nostro laboratorio e presentate proprio da una di loro, Annamaria, che ha saputo rapire l’attenzione dei ragazzi facendogli percorrere un viaggio oltre i muri”.

Ha aggiunto: “Con tecniche di rilievo e materiali di riciclo, gli artisti hanno trasmesso ai visitatori la possibilità di invertire la prospettiva”. Tra le opere in esposizione: “Lili e Sasha, rogo al campo zingari”, “Bun vecinatate”, “Ascolto”, “Bambino+sogni+strada”, “Naufragio”. La mostra ha indotto dunque una riflessione, non solo sulle periferie ma anche sulle tematiche sociali spesso osservate da punti di vista omogenei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Living Togheter, non muri ma ponti", cinque artisti disabili collegano la periferia al centro della città

RomaToday è in caricamento